menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un momento della cerimonia

Un momento della cerimonia

«Tra meno di due anni pronto il nuovo padiglione dell'ospedale»

Fiorenzuola, la posa della prima pietra. Venturi: sarà l'ospedale più nuovo dell'Emilia Romagna. Oggi non è usuale aprire il cantiere di un ospedale

Ospedale di Fiorenzuola, è stata posata la mattina di sabato 13 febbraio la prima pietra del nuovo padiglione: tra venti mesi l’edificio sarà pronto a ospitare i servizi. Lo ha detto il direttore generale Ausl Luca Baldino. A Fiorenzuola – è stata poi la rassicurazione dell’assessore regionale alle Politiche per la Salute Sergio Venturi – torneranno le attività di chirurgia e ortopedia. Nella stessa occasione anche l’annuncio che la Facoltà di Medicina dell’Università di Parma trasferirà nell’ospedale della Valdarda anche una sede del corso di Laurea in Fisioterapia. Da parte sua il presidente della Regione Stefano Bonaccini ha annunciato anche un nuovo investimento economico: 2 milioni di euro per il comparto operatorio del presidio. “Fiorenzuola – ha aggiunto l’assessore Venturi – ha bisogno di un nuovo ospedale e anche di una Casa della Salute”. Quest’ultima, ha spiegato Baldino, servirà soprattutto per i bisogni legati alle malattie croniche come scompenso, diabete e Bpco.

Alla cerimonia di posa della prima pietra hanno partecipato tante autorità locali, regionali e nazionali, tra le quali il sottosegretario Paola De Micheli, il parlamentare Marco Bergonzi e l’assessore regionale Paola Gazzolo.
“Il tempo è un galantuomo e ci darà ragione”, ha detto tra l’altro il sindaco di Fiorenzuola Giovanni Compiani, cercando di mettere definitivamente la parola “fine” alle tante polemiche che negli ultimi mesi hanno accompagnato la chiusura e demolizione del padiglione B. “Abbiamo fatto la scelta più giusta”. Sulla stessa linea del primo cittadino si è posto il presidente della Provincia Francesco Rolleri: “Rimango sorpreso: stiamo ricostruendo un ospedale con evidenti segni di insicurezza. Dovremmo tutti festeggiare e ringraziare la Regione e l’amministrazione locale per quanto fatto”. 
Alla cerimonia ha però partecipato una rappresentanza del comitato antichiusura dell’ospedale, che ha manifestato pubblicamente il proprio dissenso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Case di riposo, quaranta ospiti in tutto il Piacentino rifiutano il vaccino

  • Cronaca

    In futuro vaccinazioni anche a Bobbio e a Bettola

Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento