FiorenzuolaToday

Villanova, il sindaco Freddi: «Ricandidarmi? La mia disponibilità c'è»

Il primo cittadino di Villanova traccia un bilancio del suo mandato in conclusione quest'anno. Trasferimento dell'unità spinale a Fiorenzuola: «Non è questo il modo di riorganizzare la rete sanitaria provinciale»

Il sindaco di Villanova, Romano Freddi. Sotto un tratto della pista ciclabile realizzata nel corso del mandato

Passione, impegno, professionalità. Usa queste tre parole Romano Freddi, sindaco di Villanova dal 2012, per definire il quinquennio del suo mandato (è il primo per lui nda) in conclusione quest’anno.  Quando gli chiediamo se ha pensato ad un’ipotetica ricandidatura Freddi, che ha «sempre ritenuto l’attività del primo cittadino un’azione di servizio», risponde così: «Si, se ci fosse bisogno e qualora ve ne sia richiesta ritengo di poterlo fare, resterò al servizio del mio paese».

È grazie anche ai suoi “collaboratori (i consiglieri Pinuccia Scaglioni e Francesco Illica Magrini, il vicesindaco Emanuele Emani, l’assessore Paolo Ramelli), che il sindaco si dice soddisfatto del suo mandato. Di una cosa in particolare: «Concludo il mio mandato senza aver mai applicato l’addizionale comunale Irpef. Nel 2012 alla presentazione del mio programma affermai che sarei stato molto attento alle tasse e alle imposte. Ritengo quindi non solo di aver mantenuto l’impegno e la promessa, ma di essere andato oltre: credo di aver dato la possibilità alle persone di avere maggiore disponibilità economica di spesa, creando quel circuito virtuoso e attivo per far sì che l’economia del paese potesse essere mantenuta su determinati livelli».

Romano Freddi, è alla fine del suo primo mandato, con i tempi che corrono fare il sindaco è diventata una responsabilità enorme. È così?

«Al di là delle incombenze quotidiane, io sono qui dal lunedì alla domenica, è una grande responsabilità soprattutto perché impedire di governare con tagli sempre più frequenti e quindi venendo meno le disponibilità economiche, le attività devono essere costrette entro determinati limiti ed ambiti. Con la riduzione delle Province ad un ente di secondo livello viene meno l’interlocutore a cui eravamo abituati in precedenza, per cui dobbiamo riferirci prettamente alla Regione. Questo per noi non sempre è facile e i rapporti si fanno sempre più complicati in quanto siamo ai margini del territorio emiliano-romagnolo dal punto di vista geografico».

Ha accennato le risorse economiche: quali sono stati gli investimenti maggiori sostenuti dalla vostra Amministrazione?

pista ciclabile villanova-2«Va separato il discorso in due fasi: la prima che riguarda la spesa corrente e la seconda che riguarda gli investimenti in conto capitale. Per quanto attiene la spesa corrente abbiamo cercato di limitare al massimo e razionalizzare gli interventi, mentre in merito agli investimenti abbiamo cercato di utilizzare tutti quelli che potessero essere i canali di finanziamento per accedere a contributi e gli avanzi di Amministrazione per realizzare qualche opera. La principale che siamo riusciti a completare in questo periodo, pur avendola “spalmata” su tre esercizi, è una pista ciclabile che collega la frazione di Cignano con il centro abitato: in totale sicurezza i lavoratori impiegati nell’area industriale possono recarsi sul posto di lavoro a piedi o in bicicletta, riducendo allo stesso tempo l’inquinamento. Inoltre abbiamo tenuto in grande considerazione la scuola: con interventi annuali continui e costanti ne tempo abbiamo una palazzina in perfetto ordine, sia dal punto di vista antisismico e antiincendio sia dal punto di vista estetico, grazie ad interventi di ritinteggiatura. Quest’anno abbiamo già impegnato 60mila euro per ammodernare i servizi igienici. È stato curato il verde cittadino che viene tenuto in manutenzione dagli operai comunali, cerchiamo di dare al paese una buona visibilità. Sono in programma, appena le risorse lo consentiranno, opere di ripristino del manto stradale rovinato a causa di spargisale nel corso dell’inverno e del transito di mezzi pesanti».

Sicurezza, economia, cultura | CLICCA SU CONTINUA

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • Brugnello, Rivalta, Vigoleno: Valtrebbia e Valdarda grandi protagoniste a "Linea Verde"

  • Solo in Italia e ricoverato in ospedale a Piacenza, i poliziotti delle volanti si prendono cura del suo cane

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

Torna su
IlPiacenza è in caricamento