menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Zanzara tigre, ecco come contrastarne la diffusione

Sono stati effettuati periodici interventi di disinfestazione con specifici prodotti antilarvali biologici nei pozzetti e nelle caditoie posti nelle aree di pertinenza pubblica, alcuni interventi adulticidi sono state realizzate nelle le aree verdi degli Asili

L’Assessorato all’Ambiente si è attivato sul  territorio  comunale con le misure necessarie per contenerne la diffusione delle zanzare tigri sulla base di quanto disposto dai  piani  regionali. Sono stati  effettuati periodici interventi di disinfestazione con specifici prodotti antilarvali biologici nei pozzetti e nelle caditoie posti nelle aree di pertinenza pubblica, alcuni interventi adulticidi sono state realizzate nelle   le aree verdi degli Asili.

"Stante però la presenza massiccia in alcune zone della città  avvalorate dai dati di monitoraggio dell’USL,  risulta  indispensabile richiamare i cittadini ad una fattiva collaborazione per quanto riguarda le aree private, per evitare la riproduzione della zanzara tigre, favorita dai ristagni d'acqua" precisa l'assessore all'Ambiente Sara Felloni.

Allo scopo si riportano i provvedimenti per la prevenzione ed il controllo delle malattie trasmesse da insetti vettori e in particolare dalla zanzara tigre,   disposti nell’Ordinanza Sindacale n° 199/2010 che obbliga  tutti i cittadini, gli amministratori condominiali, i proprietari e responsabili di attività industriali, artigianali e commerciali, i responsabili dei cantieri e di attività di stoccaggio di materiali di recupero, i gestori di depositi di copertoni e i conduttori di orti e vivaisti a porre in essere comportamenti e interventi volti a contrastare la diffusione della cosiddetta zanzara tigre (Aedes Albopictus) e a prevenire la Chikungunya e la Dengue.

In particolare, occorre evitare i ristagni in quanto le zanzare depongono le uova in qualsiasi contenitore d’acqua, preferibilmente presso le abitazioni o in luoghi frequentati dall’uomo e in presenza di abbondante vegetazione. È dunque necessario eliminare tutti i recipienti non indispensabili e svuotare dopo ogni uso quelli di cui non si può fare a meno.

È necessario inoltre effettuare trattamenti con prodotti larvicidi laddove necessario. Sono previste sanzioni amministrative per chi non rispetta le indicazioni contenute nell’ordinanza.

Si ricorda che la campagna contro la zanzara tigre è obbligatoria e che per garantire l’efficacia dei trattamenti è indispensabile attuare gli interventi nel periodo estivo  e secondo le modalità sopra indicate. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Case di riposo, quaranta ospiti in tutto il Piacentino rifiutano il vaccino

  • Cronaca

    In futuro vaccinazioni anche a Bobbio e a Bettola

Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento