Carpaneto, al via la distribuzione di mascherine anche al resto della popolazione

Dopo la consegna ai nuclei con persone di età superiore ai 65 anni, l'Amministrazione ha avviato la distribuzione delle mascherine chirurgiche anche alle altre famiglie. Arfani (Sindaco): "Importante avere la copertura totale"

Foto di repertorio

Il pieno della fase 2 coincide a Carpaneto anche con la distribuzione di mascherine chirurgiche a tutta la popolazione residente. Dopo la consegna effettuata casa per casa a tutti gli over 65 del capoluogo e delle frazioni, e dopo la distribuzione dedicata alle persone di età inferiore ai 65 anni nelle frazioni, è ora la volta di quelle under 65 residenti nel capoluogo.

Le modalità ricalcheranno quelle collaudate proprio nelle frazioni. Un presidio della Pubblica Assistenza “Carpaneto Soccorso” sarà presente, secondo un calendario prestabilito, nel cortile del Palazzo Comunale. Il calendario è stato suddiviso per cognomi di famiglie, e al ritiro potrà presentarsi un rappresentante per famiglia; verrà consegnata una busta per ciascun membro under 65 del nucleo, contenente due mascherine chirurgiche ognuna. I turni sono così definiti: martedì 19 maggio cognomi A-B; mercoledì 20 maggio cognomi C-D; giovedì 21 maggio cognomi E-K; martedì 26 maggio cognomi L-O; mercoledì 27 maggio cognomi P-R; giovedì 28 maggio cognomi S-Z. Come per le altre occasioni, l’invito è che le persone e le famiglie che hanno già mascherine non si presentino al ritiro, per lasciare una maggiore disponibilità a chi ne necessita.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“In questo modo avremo messo a disposizione mascherine per il 100% della popolazione – commenta il Sindaco di Carpaneto Andrea Arfani – e tutto senza gravare sull’Ente. Le mascherine, infatti, arrivano dalle forniture della Regione e della Protezione Civile, e da donazioni di privati, che hanno dimostrato una generosità incredibile. E’ importante arrivare alla copertura totale. Abbiamo imparato che la mascherina farà parte del nostro ‘outfit’ per un po’ di tempo, e può essere che qualcuno abbia, per diverse ragioni, difficoltà a procurarsele o a farne scorta. Con questa distribuzione interveniamo in questo senso. Come sempre, è a dir poco fondamentale l’aiuto della Pubblica Assistenza; i volontari sono incredibili, e il regalo del loro tempo è uno dei tesori di questa situazione”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto all’incrocio: tre feriti, gravissima una ragazza

  • Fontana: «Il virus girava da mesi, Piacenza è la provincia con i numeri peggiori»

  • Carabinieri chiamati per una lite trovano il bar pieno di gente, multa e locale chiuso

  • Intossicato mentre lavora in una cisterna, operaio gravissimo

  • Un matrimonio in sospeso ma l'attività appena inaugurata riparte: Marco e Elisa, osti a Rompeggio

  • Al via anche a Piacenza l’indagine che mapperà il Covid, 700 le persone coinvolte

Torna su
IlPiacenza è in caricamento