Ex dipendente riassunta in maternità nell’azienda che aveva lasciato

La testimonianza da parte di un’azienda piacentina: «Una nostra dipendente si è trasferita a Milano per cambiare lavoro: in maternità ha trovato difficoltà. L’abbiamo ripresa qua a Piacenza con un aumento di stipendio»

Capita spesso sulla stampa nazionale di leggere storie – alcune positive, molte altre negative – di donne in maternità alle prese con problemi di lavoro. Alcune di queste perdono l’occupazione, o si trovano costrette a lasciare. I giornali riportano anche qualche storia a lieto fine. Un nostro lettore, Luca, ci ha voluto inviare questa testimonianza anonima che riguarda un’azienda piacentina e una sua dipendente. 

«Sono un hr manager di un'importante azienda – scrive Luca - del territorio piacentino. Mi ha sinceramente molto stupito quando su tutti i giornali nazionali è stata data la notizia di aziende che hanno stabilizzato ragazze nonostante avessero scoperto una gravidanza. Volevo dire che anche la mia azienda, proprio una settimana fa, è stata protagonista di una cosa del genere, ancora più eccezionale. Una nostra dipendente ha dato le dimissioni per cambiare lavoro ed andare a Milano... Dopo solo due settimane di lavoro ha scoperto di essere incinta ed avendone parlato con i nuovi datori di lavoro (grande azienda multinazionale) le è stato detto che la gravidanza non rappresenta un problema purché la persona possa fare tutte le trasferte. Questa è una contraddizione nei termini in quanto, spesso, una ragazza in gravidanza deve prestare una certa attenzione. Pertanto la nostra ex dipendente ci ha contattato spiegando la situazione. Ebbene, noi l'abbiamo riassunta a tempo indeterminato anche con quell'aumento di stipendio che era previsto e che a suo tempo e di cui non aveva beneficiato in quanto aveva dato le dimissioni. Questo per dire che anche nel nostro territorio ci sono aziende eticamente responsabili e che fanno del business un'espressione di professionalità, etica ed umanità». 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Ma quale gigante buono? Quale raptus? Basta superficialità sui femminicidi»

  • La sorella di Elisa scrive a Massimo Sebastiani: «Piangi? Ormai sei il mio incubo»

  • Muore a 22 anni dopo lo schianto contro un terrapieno, trovata dopo diverse ore

  • Massimo scrive di una busta misteriosa: un affare li avrebbe potuti dividere e lui l'ha uccisa?

  • «Salvini con il rosario in mano? A Cortemaggiore si è anche inginocchiato in chiesa, magari facessero tutti così»

  • «Lavoratrice instancabile e solare». Filoteea muore a 22 anni

Torna su
IlPiacenza è in caricamento