Ponte della Pievetta, dopo la proroga del bando sono arrivate quattro offerte

Per consentire la riapertura ai mezzi pesanti, il ponte che collega Pieve Porto Morone (Pavia) a Castelsangiovanni, deve subire importanti interventi strutturali. I lavori avranno la durata di circa un anno e riguarderanno la parte superiore del ponte e quella sottostante. Si prevedono due turni giornalieri di lavoro e il senso unico alternato solo per determinati interventi. Verrà eseguito un consolidamento strutturale, il ripristino dei giunti, il rinforzo delle selle gerber, la rimozione e il rifacimento della pavimentazione, l'impermeabilizzazione, un nuovo sistema di raccolta e smaltimento delle acque, l'adeguamento dei marciapiedi. Previsti anche l'adeguamento strutturale della soletta, il rifacimento dell'armatura, e la messa a norma dei parapetti. Tutto questo a carica della Provincia di Pavia, responsabile del manufatto. La Provincia però non era riuscita a trovare imprese disponibili ad eseguire i complessi lavori. Ora, dopo una proroga del bando, quattro imprese hanno presentato la documentazione necessaria per ottenere l’incarico dalla Provincia. Lo stesso ente pavese in queste ore ha nominato la commissione che giudicherà l'offerta migliore tra quelle pervenute. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: il 38enne contagiato in contatto con un manager di Fiorenzuola, isolato a Milano. Chiusa la ditta Mae

  • Giordania, ingegnere piacentino muore colpito da alcuni massi a Petra

  • Coronavirus, un contagiato in Lombardia ricoverato a Codogno

  • Ragazzino finisce in Po, un passante si butta e lo salva appena in tempo

  • Schianto sulla strada della Mottaziana, gravi due giovani

  • «Il mito della Lancia Delta non passerà mai di moda»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento