Profughi: «Condizioni di gestione del centro di Carpaneto non ottimali, verranno trasferiti»

Entro ottobre la struttura che li ospita in via Rossi verrà sgomberata del tutto. Il sindaco Andrea Arfani: «Su alcuni aspetti non è possibile transigere»

I richiedenti asilo di Carpaneto in una foto di repertorio. Sotto il sindaco di Carpaneto Andrea Arfani

I richiedenti asilo ospitati nella struttura di via Rossi a Carpaneto, gestita da una cooperativa Bergamasca con sede a Milano, verranno trasferiti. Su ordine del sindaco Andrea Arfani, entro ottobre l’abitazione verrà sgomberata del tutto. I motivi di questa decisione li spiega lo stesso primo cittadino: «Spesso abbiamo rilevato che le condizioni di gestione del centro di Carpaneto non fossero ottimali, per numero di persone. Questo poteva rappresentare un problema, in termini di capienza dell'edificio, e della sua portata. Su alcuni aspetti non è possibile transigere, e il compito di un ente è far notare quando qualcosa non va. Questo viene fatto per tanti ambiti».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Andrea Arfani-2«Ecco che allora è iniziato un dialogo, fruttuoso e leale, tra il Comune e la Prefettura – prosegue Arfani -, che si è articolato in diversi sopralluoghi e incontri, cui hanno preso parte, insieme al sottoscritto, Maria Cristina Castagnetti e Paola Campopiano, per cercare di individuare insieme le soluzioni. In questi giorni apprendiamo che le condizioni riscontrate hanno necessitato una chiusura anticipata. Non si tratta ora di esultare, perché non è una conquista: è solo il risultato della volontà, di tutti i soggetti coinvolti, di vedere rispettate regole necessarie, imprescindibili». Conclude il sindaco di Carpaneto: «Quale sarà la sorte del centro a oggi non è possibile saperlo. Sicuramente è stato fatto presente che la nostra comunità ha già fatto la sua parte, in modo maturo e responsabile».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camionista ucciso a Fiorenzuola, sul tir dell’imputato 8 coltelli

  • Tragico tamponamento fra Tir, autista muore schiacciato nella cabina

  • Si ribaltano nel campo dopo la nottata in discoteca, illesi cinque giovani

  • Schianto all'incrocio tra via Martiri e via Boselli, due feriti

  • Maltempo in arrivo sul Piacentino, allerta per temporali e frane

  • Foto tra ragazzini a cavallo del Milite Ignoto. L'ira del sindaco: «Offensivo per la Nazione, denunciateli»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento