Vicino a te non ho paura

Vicino a te non ho paura

Adottare un animale: sappiamo davvero cosa significa?

Personalmente, considero molto importante la scelta di adottare un cucciolo, scontato ma doveroso ricordare che non si tratta di un oggetto, né di un soprammobile, quindi avrà bisogno di spazi, attenzioni e soprattutto regole rigide per poter integrarsi perfettamente nella famiglia

E’ sempre un’emozione meravigliosa la scelta di intraprendere una nuova avventura, di aprire un nuovo capitolo della propria vita accogliendo con se un piccolo ospite cane o gatto che sia.
Ti rendi conto a volte, nonostante esperienze dolorose passate, che la vita è stranamente vuota se non condivisa con un fedele amico che ti aspetta a casa alla sera quando rientri dal lavoro e ti fa sorridere anche dopo una brutta giornata.
Ogni giorno viene reso speciale dalla sua presenza e nonostante tutto, qualsiasi scelta coinvolge inevitabilmente il suo benessere, da mettere sempre al primo posto.
Molte persone, meno inclini alla condizione di possedere un animale, possono pensare all’inutilità di queste parole, all’ipocrisia nel considerare un animale come un bambino, e soprattutto al fatto che nella vita esistono tante altre priorità: io rispetto questi pensieri, ma non riesco ad immaginare un’intera esistenza senza poter aiutare qualcuno di loro, senza essere circondata dai miei due gatti o senza rivederli alla sera quando rientro a casa. 

Personalmente, considero molto importante la scelta di adottare un cucciolo, scontato ma doveroso ricordare che non si tratta di un oggetto, né di un soprammobile, quindi avrà bisogno di spazi, attenzioni e soprattutto regole rigide per poter integrarsi perfettamente nella famiglia.
Impossibile evitare danni, incidenti domestici, sparizione di oggetti, imprevisti e sporcizia, quindi deve essere assolutamente chiaro che nessun animale è perfetto e, proprio come i bambini, ha bisogno di controllo e di educazione per poter crescere nel migliore dei modi.

Prevedere il carattere è piuttosto complesso, poiché nonostante tutti gli sforzi, ogni essere vivente ha una sua personalità e delle caratteristiche peculiari, quindi fino allo sviluppo completo non è possibile fare pronostici. Ovviamente questa domanda è facilmente risolvibile adottando un soggetto adulto, comprensivo però di tutte quelle sfumature che spesso sono il risultato di esperienze già vissute, a volte anche negative, con paure ed ansie tipiche di un animale che possiede anche un passato, di cui spesso si ignora. Nonostante questo, stimo tantissimo quelle persone che decidono di prendersi cura di animali anziani per garantire loro gli ultimi anni di vita circondati dall’affetto di una famiglia. 

Chiariamo subito il concetto che un animale non è un gioco, e tutte le persone che decidono di utilizzarlo come regalo di Natale per il loro bambino devono rendersi conto dell’importanza di continuare a prendersene cura anche dopo l’Epifania; sempre troppo spesso purtroppo, passata l’euforia del momento, si accantona l’entusiasmo per lasciare posto ai doveri che portano a liberarsi o cedere il cucciolo. Quindi per favore non adottate cani o gatti per nessuna ragione al mondo se non assolutamente convinti della propria scelta e consapevoli dell’impegno che comparta e dei costi da affrontare per curarli quando stanno male (anche loro come i bambini ogni tanto hanno bisogno di medicine o visite specialistiche). Quindi è importante ragionare con cura sull’adozione di un animale e, se effettivamente si propende per farlo, sarà sempre in grado di cambiare la vita al meglio. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sono cresciuta 21 anni con un meraviglioso gatto nero, unico come carattere e come pazienza, fantastico nei modi ed estremamente affettuoso, mi ha donato tantissimo affetto, non era “solo un gatto” era il mio gatto, come un fratello o un compagno di giochi, sempre accanto in ogni momento, ascoltatore discreto. Grazie a lui ho deciso di fare il medico veterinario e proseguire la mia carriera in questa professione, mi ha accompagnato lungo il percorso della mia vita e mi ha insegnato cosa significhi amare un animale. Ora posso consigliare a tutti i genitori che crescere un figlio accanto ad un animale (cane o gatto) può essere di grandissimo aiuto, modulare il carattere, ridurre ansia e stress, e rendere maggiormente consapevoli delle proprie responsabilità. Un animale non è un gioco, va trattato con rispetto, pazienza ed amore, in cambio saprà renderti la vita migliore.

Vicino a te non ho paura

Luana, medico veterinario di Piacenza, laureata a Parma nel 2012, si sta formando in cardiologia. Scontato dire che adora gli animali, ma la sua strada è stata delineata grazie proprio al suo gatto che è stato un importante amico fedele per 21 anni. Una persona sensibile ed educata che si impegna per quello in cui crede, ambiziosa e testarda. Lavora presso l'Ospedale Veterinario Farnesiana di Piacenza in Medicina interna e Cardiologia. Ama profondamente il suo lavoro e spera di realizzare qualcosa di importante

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
IlPiacenza è in caricamento