martedì, 29 luglio 19℃

Con il trattore sbarra la strada ai ladri che stavano truffando la madre anziana

Due nomadi in manette vicino ad Agazzano. Hanno tentato di truffare una 90enne entrando in casa e convincendola a pagare, ma il figlio, un agricoltore che era nei campi, se ne è accorto e li ha consegnati ai carabinieri

Riccardo Pavese 29 giugno 2012
6

Hanno cercato di derubare un’anziana, ma la pronta reazione del figlio della donna li ha fatti finire in carcere. Due nomadi, provenienti da Belgioioso (Pavia) sono stati processati per direttissima questa mattina, 29 giugno. Il giudice Maurizio Boselli, come chiesto dal pm Antonio Rubino ha prima convalidato l’arresto, eseguito dai carabinieri di Agazzano, e poi disposto la custodia cautelare in carcere.

La donna, una 90enne che abita nella zona di Agazzano, era in casa da sola, mentre il figlio era al lavoro nei campi vicini. L’uomo si è accorto che c’era una vettura che si aggirava intorno all’abitazione. Resosi conto che i due erano entrati in casa ha bloccato la strada di uscita con il trattore, poi ha chiamato i carabinieri.

Secondo una prima ricostruzione, la coppia avrebbe cercato di distrarre la donna a cui sarebbe stato chiesto di mostrare del denaro. Il colpo, però, è andato a vuoto. Mentre il figlio li ha trattenuti, sono arrivati i carabinieri di Agazzano che li hanno fermati. L’avvocato difensore ha chiesto tempo per studiare gli atti e il processo è stato rinviato.

Annuncio promozionale

E’ il secondo arresto in due giorni di nomadi che cercano di raggirare e derubare degli anziani. Ieri, una pattuglia della Volante aveva arrestato in città un nomade – poi finito in carcere anche lui – che in via Alberoni era penetrato nell’abitazione di una 92enne, tra l’altro malata di Alzheimer. Era, però, stato visto dalla badante che aveva cercato di distrarre baciando l’anziano e fingendosi un parente. In breve, anche l’uomo è però finito nelle mani della polizia.

Agazzano
truffe

6 Commenti

Feed
  • Avatar di Luisa di Vicenza

    Luisa di Vicenza ma con che coraggio si fa del male agli anziani o alle persone che non si possono difendere???

    l' 1 luglio del 2012
  • Avatar di Charles Bronson

    Charles Bronson Intanto che l'avvocato studia le carte, bisognerebbe portarli a Borgoforte e metterli nell'inceneritore, insieme ai rifiuti non riciclabili.

    il 30 giugno del 2012
  • Avatar di Luca Luca

    Luca Luca Ecco...e poi Errani (evito di tirarmi addosso una querela quindi lo definisco IMPRUDENTE) gli va a dare i soldi!

    il 29 giugno del 2012
  • Avatar di Marek

    Marek l'avvocato difensore ha chiesto tempo per studiare gli atti... meno male almeno in attesa del processo stanno in galera, altrimenti con il processo per direttissima, sconto di pena, indulto, grazie, indultino, ecc ecc dopo 5 minuti sarebbero stati ad agazzano di nuovo!
    bella gente comunque i nomadi ( detti anche zigari o zigagni).. da tutelare, difendere, aiutare...poverini!

    il 29 giugno del 2012
  • Avatar di Cùdghei Gràss

    Cùdghei Gràss Ai nomadi non si sbarra la strada e non si consegnano alla "giustizia" che poi li libera dopo un paio d'ore. Si schiacciano col trattore nel fosso.

    il 29 giugno del 2012
  • Avatar di Cùdghei Gràss

    Cùdghei Gràss Grave errore dell"agricolo" col trattore non si sbarra la strada...si passa sui nomadi !!!!

    il 29 giugno del 2012