homemenulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Banconote false: sequestrata stamperia clandestina

In manette tre falsari che avevano allestito un laboratorio per stampare banconote in un garage alla Besurica. Quasi impossibile, a detta dei carabinieri, distinguere i tagli illegali da quelli autentici. Sequestrati dai militari 3.000 euro in contanti, in biglietti da 20 e 100 euro. Falsi, ovviamente

Producevano banconote false, quasi perfette. Tanto che a detta degli stessi carabinieri era quasi impossibile riconoscerle alla vista e al tatto. Così, sono finiti in manette un grafico di Piacenza, un ingegnere che, secondo sue dichiarazioni aveva lavorato anche alla Nasa e un addetto alla sicurezza. Questi ultimi due, hanno già patteggiato la pena, rispettivamente a 2 anni e 500 euro il primo e 20 mesi di carcere il secondo. Il grafico, invece, resta ancora alle Novate in custodia cautelare.

Nel garage alla Besurica che fungeva da stamperia clandestina, infatti, sono stati trovati anche diversi programmi di grafica, alcuni pronti per la falsificazione di banconote da 10 euro. Sarebbero circa 3.000 gli euro falsi sequestrati grazie all'operazione “prova a prendermi”.

È stato possibile risalire ai falsari, grazie alle indagini svolte dai carabinieri nell'ambito della prostituzione: i militari si erano accorti che alcune lucciole erano in possesso di banconote false del taglio di 20 euro. Da queste, a risalire al night club dove si smerciava il denaro falso sotto forma di mance alle ballerine, il passo è stato breve. Controllando il numero di serie dei contanti sequestrati, i carabinieri del reparto operativo, con la collaborazione del nucleo antifalsificazione monetaria dell'arma, sono risaliti ai tre.

Soprattutto tagli da 20 e da 100 euro, queste le banconote illegali che, grazie alle squillo, venivano immesse nel circuito commerciale ordinario. Le ballerine, infatti, spostandosi spesso, avevano inconsapevolmente allargato il giro dei falsari, spandendo in varie regioni di Italia  i biglietti taroccati.
Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Con spranghe e catene per una spedizione punitiva: i carabinieri arrivano appena in tempo

    • Cronaca

      Uccide la moglie e poi si spara, si indaga sul movente: «Una coppia serena e affiatata»

    • Cronaca

      Caorso: anziana derubata e strattonata nel giardino di casa

    • Politica

      I“Piasintein i disan no”: «Confrontarsi è fondamentale. Rimaniamo contro il Ttip»

    I più letti della settimana

    • Uccide la moglie e poi si spara, si indaga sul movente: «Escludiamo l'intervento di terzi»

    • Schianto tra un camion e un pullman in A1: venti feriti, due gravi

    • Ciclista travolto e ucciso, arrestato il 29enne alla guida del fuoristrada

    • Travolto in bici da un fuoristrada sulla via Emilia: muore 36enne

    • Pesce avariato, tre clienti intossicati al ristorante

    • Moto ferma al rosso travolta da un’auto. La polemica: «Semaforo inutile»

    Torna su
    IlPiacenza è in caricamento