giovedì, 30 ottobre 16℃

Incidenti con biciclette: a Piacenza in 10 anni sono aumentati del 54%

L'Emilia-Romagna è la regione italiana con il più elevato tasso di incidenti con biciclette. A livello provinciale gli incidenti con biciclette sono cresciuti di più nel territorio di Piacenza (+54%), da 125 sinistri a 193

Redazione 1 agosto 2012
24

L’Emilia-Romagna è la regione italiana con il più elevato tasso di incidenti con biciclette. Sulle sue strade urbane nel 2010 si è verificato un sinistro ogni 1.341 abitanti tra i 6 e gli 85 anni, molto più che in Veneto (1/2.261) e Lombardia (1/2.410), rispettivamente seconda e terza.

A rilevarlo è Das, compagnia del gruppo Generali specializzata nella tutela legale, che ha analizzato una serie di dati in occasione del lancio della nuova polizza "Difesa in Movimento". Le regioni che invece hanno il più basso indice di sinistrosità sono la Basilicata, con un sinistro ogni 90.908 abitanti, la Calabria (1/39.587) e la Campania (1/30.226).

Secondo gli ultimi dati disponibili elaborati da Das, le prime sette province con la più elevata densità di sinistri sono tutte emiliano-romagnole. A Rimini, regina italiana di incidenti con biciclette, si è verificato un incidente ogni 904 abitanti tra i 6 e gli 85 anni, mentre nel territorio ravennate c'è stato un sinistro ogni 979 cittadini.

E' risultato alto il rapporto tra incidenti con biciclette e popolazione nelle province di Forlì-Cesena (1/1.111), Ferrara (1/1.134), Modena (1/1.210), Reggio Emilia (1/1.243) e Piacenza (1/1.377). In provincia di Parma, undicesima in Italia, si è verificato un incidente ogni 1.616 abitanti, mentre a Bologna, ventisettesima in classifica, si è verificato un incidente ogni 2.630 cittadini.

Annuncio promozionale

Secondo le elaborazioni di Das, nell'arco del decennio 2001-2010 i sinistri con biciclette in Emilia-Romagna sono cresciuti del 23%, dai 2.452 incidenti del 2001 ai 3.024 del 2010. A livello provinciale gli incidenti con biciclette sono cresciuti di più nel territorio di Piacenza (+54%), da 125 sinistri a 193, una variazione che pone la provincia al ventottesimo posto in Italia, tra quelle che hanno registrato i più alti tassi di crescita.

24 Commenti

Feed
  • Avatar di ciccio ciccio

    ciccio ciccio cara professionista, il permesso di andare contromano è un'iniziativa comunale LOCALE che evita le possibili multe ai ciclisti, ma in caso di incidente vige il codoce della strada che lo vieta, quindi il ciclista è responsabile. gli attraversamenti su di una pista ciclabile sono ciclopedonali, quindi il ciclista non ha l'obligo di andare a piedi, piuttosto sono spesso mal segnalati, con segnalazione verticale speso invisibile

    il 2 agosto del 2012
  • Avatar di pitbull

    pitbull ciclisti(lo sono pure io) hanno fatto le piste ciclabili ......"USATELE" dovrebbero essere obbligatorie per i ciclisti, al momento sono solo consigliate.Non parliano poi dell'abitato di Sant'Antonio non esiste pista ciclabile o se la si può considerare tale è sempre invasa di macchine in sosta

    il 2 agosto del 2012
  • Avatar di cle ofe

    cle ofe Se non mi indicano le cause/modalità degli incidenti (credo che, se si volesse, non sarebbe molto difficle fare anche queste statistiche) i dati servono a poco, i rimedi difficili ed i commenti a vanvera.

    il 2 agosto del 2012
  • Avatar di Ugo Moira

    Ugo Moira Gli automobilisti indisciplinati li conosciamo bene e quindi cerchiamo di evitare guai Io ieri sono diventato un automobilista incazzato.Fermo per ripartire al semaforo e girare a destra con la mia freccia,ecco che passa uno,poi due e poi tre ciclisti che vanno diritto. Lasciali passare ma il quarto a mezza macchina non lo puoi vedere.Frena lui,freno io non è successo nulla. Ai semafori mattetevi avanti e fatevi vedere.e poi come ho visto in Svizzera mettete steso il braccino per dire che andate diritti. Ma alla fine chi ha ragione:il ciclista che dice che gli tagli la strada o l'automobilista che dice che sorpassa a destra?Per quanto riguarda i ciclisti sulle strisce,le debbono percorrere a piedi,bicicletta a mano;l'uso delle piste deve essere obbligatorio (molti incidenti per portiere auto aperte).Inutile dare multe perchè non hai il campanello! Il ciclista deve imparare l'educazione stradale!

    il 2 agosto del 2012
    • Avatar di Pinco

      Pinco concordo in tutto, ma attenzione parlando di striscie, distinguiamo fra attraversamenti pedonali e attraversamenti pedonali e/o ciclabili... Molti automobilisti non ne conoscono nemmeno l'esistenza.

      il 2 agosto del 2012
  • Avatar di Sampei Nihira

    Sampei Nihira ma che cavolo di statistica è??? è o non è aumentato il numero dei ciclisti?? da dieci anni a questa parte il mondo a due ruote si è quintuplicato.... poveri noi... c'è gente che viene pure pagate a fare queste s.t.r.o.n.z.a.t.e.. è come dire che da cinquantanni a questa parte sono aumentati gli incidenti sulle autostrade... ma andì a c.a.g.a....

    il 2 agosto del 2012
  • Avatar di Franci

    Franci @ bromuro di potassio: Io non sono una di quelle con la tuta e la bici da corsa.............. ;)

    il 2 agosto del 2012
  • Avatar di Bromuro di Potassio

    Bromuro di Potassio onestamente...i ciclisti quelli con la tuta e la bici da corsa, quando mai li avete visti sulle ciclabili?!?!? siate onesti, anche se la ciclabile è c'è ed è sgombra da auto, voi ciclisti con bici da corsa, non ci andate mai sulla ciclabile!

    il 2 agosto del 2012
  • Avatar di Franci

    Franci scusate.......il commento precedente non era completo :D Dicevo che io utilizzo sia l'auto che la bici.....e spesso e volentieri le piste ciclabili sono invase dalle auto parcheggiate..........e questo e' un grosso disagio per chi va in bicicletta!!!!......Poi concordo sul fatto che alcuni non sanno andare................

    il 2 agosto del 2012
  • Avatar di Franci

    Franci sanno andare..............dovrebbero obbligare ad un patentino.....del resto sono mezzi che circolano sulle strade come le moto e le auto............no?

    il 2 agosto del 2012
  • Avatar di la bortellina

    la bortellina Per forza, il traffico è aumentato in una maniera incredibile, e i ciclisti si dividono in: - gruppi giovani e meno giovani, che credendosi al volante di un tir si sentono i padroni della strada, non hanno il + minimo senso del pericolo e se ne fregano degli altri veicoli che stanno con loro sulla strada!! - le persone anziane che la usano per i lor spostamenti (a cui va tutta la mia stima e comprensione) che malgrado la volontà, non hanno + i riflessi x avventurarsi su strade con molto traffico - gli extracomunitari che han solo quello come mezzo di trasporto (pericolosissimi) te li trovi magari anche all'imbocco dell'autostrada (vicino ikea) che nessun individuo sano di mente percorrebbe ne a piedi ne in bici!! Da parte mia, quando guido moto o macchina cerco di starci attento, vorrei che anche gli altri automobilisti facessero uguale!!

    il 2 agosto del 2012
  • Avatar anonimo di Francis Drake

    Francis Drake direi che in prima istanza si dovrebbe inserire l'obbligo di utilizzare le piste ciclabili (ove presenti) il divieto assoluto di circolare sui marciapiedi ed in contromano, introdurre un assicurazione infortuni obbligatoria (tipo inail per le casalinghe), sanzionare pesantemente i ciclisti che non osservano tali disposizioni.

    il 2 agosto del 2012
  • Avatar anonimo di Perrofeo

    Perrofeo ringraziamo il ns ex sindaco per aver permesso la guida contromano.... Ritengo indispensabile targe e assicurazione che poi renderebbero implicito anche il rispetto del codice della strada

    l' 1 agosto del 2012
    • Avatar di castigamatt

      castigamatt ...manca solo ricordare " gli attraversamenti in bicicletta sulle striscie pedonali"....

      il 2 agosto del 2012
      • Avatar di Dr MAle

        Dr MAle La maggiorparte degli attaversamenti sono ciclo-pedonali, quindi le bici hanno tutto il diritto di passare. Per quanto riguarda le bici in contromano anche il ministro dei trasporti ha dato parere positivo, si fa da una vita, anche quando non era permesso quindi evitate polemiche inutili. E' vero che molti ciclisti sono maleducati, ma la palma dei peggiori resta sempre agli automobilitsi. Quanti suv ci sono parcheggiati sulle piste ciclabili di viale dante o di fianco al dna (di fronte alla questura tra l'altro che si guarda bene dall'intervenire)... Se uno è maleducato è maleducato sia in bici che in macchina, ma un maleducato in bici fa meno danni, quindi dovendo scegliere....

        il 2 agosto del 2012
        • Avatar di castigamatt

          castigamatt non mi frega nulla se questi comprtamenti siano o meno legittimi, (il 50% delle leggi italiane sono censurabili), io sono sempre stato abituato a pensare con la mia testa e a non dare nulla per partito preso, ergo, mi limito ad osservare e con questa mia a confermare, che sia le bici contromano che le bici sugli attraversamenti pedonali (si chiamano striscie pedonali e non ciclabili..) sono una emerita ca.ga.ta. e ancor più de.fi.cen.te chi ha adottato localmente questi assurdi provvedimenti che mettono a repentaglio la sicurezza di ciclisti e automobilisti...

          il 2 agosto del 2012
          • Avatar di Dr MAle

            Dr MAle le strisce pedonali sono una cosa,gli attraversamenti ciclo pedonali un'altra. (fai una ricerca su internet per chiarirti le idee). Nel centro di piacenza sono quasi tutti attraversamenti ciclopedonali (seppure sbiaditi). Le leggi non sono fatte per piacere a te (o a me) ma per regolare la vita comune. Qualcuno evidentemente le ritiene giuste (e la sua opinione vale quanto la tua), e quindi ha tutto il diritto di sfruttarle. Gli incidenti aumentano con l'aumentare del traffico (delle automobili), le bici andavano in contromano anche 10 anni fa, quando non era legittimo, l'unica cosa che è cambiata è il traffico automobilistico (e l'educazione dei cittadini ciclisti, pedoni ed automobiliti). Con questo chiudo il mio intervento. P.S. Se ti fosse possibile esprimere la tua opinione senza insultare nessuno....

            il 2 agosto del 2012
            • Avatar di castigamatt

              castigamatt egregio,nel precisare che non ho profuso offese nei tuoi riguardi, da professionista della strada con patente DE da trent'anni, ribadisco e confermo la stu.pi.di.tà dell'adozione di queste norme...poi pensatela come volete, ma non lamentatevi se qualcuno finisce sotto le ruote...

              il 2 agosto del 2012
            • Avatar di Andrea

              Andrea il problema è che il 99% dei ciclisti non sà la differenza tra attraversamenti ciclabili e pedonali...l'altra sera è spuntato un ciclista che dal marciapiede ( che non era zona ciclabile ;) si è fiondato sulle strisce....per fortuna ho inchiodato e lui mi ha mandato a fan.cu.lo senza che io gli abbia suonato o che altro....ma questo è solo un esempio....e poi una curiosità...sbaglio o le bici possono andare contromano solo nel centro storico e nelle vie larghe???se è cosi a me non sembra proprio che stiano rispettando la legge...

              il 2 agosto del 2012
              • Avatar di la bortellina

                la bortellina credo poi sia solo questino di buon senso EVITARE di andare contromano!!| Spesso e volentieri vado in bici con mia figlia e mi in.caz..zo. a bestia quando prova a prendere una strada contromano!!! Per me se dovesse mai succedere qualcosa ha torto la mia bimba, punto e basta!!! Non deve x forza esserci il codice della strada a regolamentare il traffico in città E' SUFFICIENTE il buon senso (se qualcuno cel'ha!!)

                il 2 agosto del 2012
              • Avatar anonimo di Perrofeo

                Perrofeo Quando si stancheranno di prendere dei radiatori in faccia, inizieranno a rispettare il codice stradale. Com'e' giusto che sia.

                il 2 agosto del 2012
    • Avatar di castigamatt

      castigamatt esatto al 100% !

      il 2 agosto del 2012
  • Avatar di Bromuro di Potassio

    Bromuro di Potassio perforza! sono sempre nel mezzo della corsia, anche dietro le curve !! anche quando ce la ciclabile loro stanno sulla strada!! certamente la colpa è da dividere con automobilisti talvolta indisciplinati che apposta vogliono passargli vicinissimo e finiscono per urtarli, ma anche i ciclisti ci mettono del loro..!

    l' 1 agosto del 2012
    • Avatar di capocapo capocapo

      capocapo capocapo Concordo , in tripla fila e se per caso accenni a suonare ti prendi caterve di nomi quasi sempre. PS. vado pure io in bici ma l'educazione l'ho imparata.

      l' 1 agosto del 2012