Monossido, cinque persone intossicate in serata a Castelvetro

Una famiglia intera è rimasta intossicata nella serata del 14 dicembre in una cascina nella Bassa. Tra loro anche un bambino di 9 anni. Sono stati tutti trasferiti in camera iperbarica ma nessuno è in pericolo

Sul posto il 118 e i vigili del fuoco con i carabinieri (repertorio)

Una famiglia intera, composta di cinque persone, è finita all'ospedale per una intossicazione da monossido di carbonio. Il 118 li ha soccorsi in una cascina vicino a Castelvetro intorno alle 22 di ieri sera, 14 dicembre. Tra gli intossicati, anche un bambino di 9 anni. Le ambulanze del 118 hanno trasportato tutti all'ospedale di Fiorenzuola ma qui, dopo le prime analisi sul livello di intossicazione, è stato disposto il trasferimento alla camera iperbarica dell'ospedale di Fidenza, avvenuto nella notte, per il trattamento con ossigeno terapia. Nessuno comunque si trova in pericolo di vita. A chiamare i soccorsi è stato il capofamiglia quando ha iniziato ad avvertire i primi sintomi di malessere in casa. Sul posto, insieme ai carabinieri della Compagnia di Fiorenzuola, sono intervenuti anche i vigili del fuoco di Fiorenzuola per accertare le cause dell'intossicazione, probabilmente dovuta al malfunzionamento di una stufa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Provincia in lutto, se ne è andata Roberta Solari

  • Covid-19, a Piacenza continuano a calare decessi e contagi

  • «Mio marito è stato un dono per la mia vita»

  • Coronavirus e decessi, i numeri non tornano: se le vittime fossero molte di più?

  • Coronavirus, contagiati anche venti minori piacentini

  • Intrappolata nel locale del bancomat, 70enne salvata da Ivri e carabinieri

Torna su
IlPiacenza è in caricamento