Nucleare, bidoni corrosi a Caorso: il direttore paga 21mila euro e il processo si chiude

L’indagine era partita nel novembre del 2012, dopo che la procura aveva ricevuto una relazione dell'Ispra (Istituto superiore per l'ambiente) che segnalava la corrosione di alcuni dei bidoni

Uno dei fusti corrosi

Si è concluso con il pagamento di 21mila euro il processo nei confronti del direttore della ex centrale nucleare di Caorso. Sabrina Romani, difesa dall’avvocato Paolo Fiori, era accusata di aver violato il decreto legislativo 230 del 1995, sulla gestione delle centrali nucleari e dei rifiuti radioattivi. Il direttore non avrebbe eseguito alcuni controlli su 3 o 4 bidoni - su 8mila - che sarebbero poi risultati corrosi. I bidoni contengono materiali per il raffreddamento, con una radioattività considerata bassa.

Questa mattina, davanti al giudice Ivan Borasi, pm Giulio Massara, c’è stata la condanna che è, però, stata convertita in una oblazione (e il reato è stato estinto). L’indagine era partita nel novembre del 2012, dopo che la procura aveva ricevuto una relazione dell'Ispra (Istituto superiore per l'ambiente) che segnalava la corrosione di alcuni dei bidoni.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • ok.. e i bidoni?

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Misterioso appuntamento per scambiarsi 35mila euro, rapinatori cinesi ancora senza identità

  • Cronaca

    Omicidio di via Nasolini, Mazzarelli condannato a 14 anni e due mesi

  • Cultura

    La Salita al Pordenone chiude in bellezza, ma verrà aperta in occasioni di straordinaria importanza

  • Politica

    «Evitare i tagli della Pac e difendere la qualità del Made in Italy»

I più letti della settimana

  • Folle inseguimento con la polizia, rapinatori si schiantano con l'auto rubata

  • Travolto all'incrocio sfonda il parabrezza e finisce nell'auto: gravissimo un ciclista

  • Piomba a tutta velocità sulle auto in sosta, ferito un 30enne

  • Scopre l'ex moglie in auto con un sacerdote: finisce in rissa

  • Esce di strada e si ribalta in un campo, gravissima una donna

  • «Ho rischiato di essere travolta dai rapinatori». E i cittadini applaudono la polizia: «Grazie»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento