Nucleare, bidoni corrosi a Caorso: il direttore paga 21mila euro e il processo si chiude

L’indagine era partita nel novembre del 2012, dopo che la procura aveva ricevuto una relazione dell'Ispra (Istituto superiore per l'ambiente) che segnalava la corrosione di alcuni dei bidoni

Uno dei fusti corrosi

Si è concluso con il pagamento di 21mila euro il processo nei confronti del direttore della ex centrale nucleare di Caorso. Sabrina Romani, difesa dall’avvocato Paolo Fiori, era accusata di aver violato il decreto legislativo 230 del 1995, sulla gestione delle centrali nucleari e dei rifiuti radioattivi. Il direttore non avrebbe eseguito alcuni controlli su 3 o 4 bidoni - su 8mila - che sarebbero poi risultati corrosi. I bidoni contengono materiali per il raffreddamento, con una radioattività considerata bassa.

Questa mattina, davanti al giudice Ivan Borasi, pm Giulio Massara, c’è stata la condanna che è, però, stata convertita in una oblazione (e il reato è stato estinto). L’indagine era partita nel novembre del 2012, dopo che la procura aveva ricevuto una relazione dell'Ispra (Istituto superiore per l'ambiente) che segnalava la corrosione di alcuni dei bidoni.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • ok.. e i bidoni?

Notizie di oggi

  • Politica

    Siglato il protocollo, parte il percorso per l’individuazione dell’area e la realizzazione del nuovo ospedale

  • Politica

    Sanità, Bonaccini: «Dal primo gennaio via i ticket ordinari per chi ha almeno due figli»

  • Cronaca

    Rischio alluvione, una maxi esercitazione della Protezione Civile per testare l'organizzazione del territorio

  • Fiorenzuola

    Tentò di uccidere le moglie e il figlio, al via il processo

I più letti della settimana

  • Spaccata con il furgone rubato, sradicano la cassaforte ma braccati scappano a mani vuote

  • Schiacciato dentro una compattatrice automatica, gravissimo un uomo

  • Frontale sul rettilineo a Borgonovo: tre feriti, uno è grave

  • Madre e bimba ferite nel Suv che si ribalta

  • Si alza il livello del Po, chiusa via Nino Bixio

  • Cocaina, anabolizzanti e cartelli stradali rubati: personal trainer in manette

Torna su
IlPiacenza è in caricamento