giovedì, 18 dicembre 4℃

Prende a calci la sua ragazza stesa a terra, marocchino in manette

Un 32enne completamente ubriaco ha mandato all'ospedale una piacentina di 27 anni con tre settimane di prognosi. Poi se l'è presa anche con la polizia. In tribunale ha patteggiato sei mesi: ora è in carcere

Redazione 18 giugno 2012
21

Ubriaco pesta selvaggiamente la fidanzata, ma finisce in cella. Il protagonista è un marocchino di 32 anni che è stato arrestato per lesioni personali aggravate. La sua ragazza, una piacentina di 27 anni, è stata presa a calci e pugni senza motivo, e ora si trova ricoverata in ospedale con una prognosi di oltre tre settimane.Le chiamate al 113 sono arrivate intorno alle 13 di domenica 17 giugno. Alcuni automobilisti di passaggio segnalavano che un uomo stava prendendo a calci una donna stesa a  terra immobile in mezzo alla strada all'angolo del Gulliver in viale Sant'Ambrogio.

Sul posto sono subito arrivate due volanti della questura e gli agenti, non senza fatica, hanno bloccato lo straniero che è stato ammanettato e portato in questura. La ragazza, a terra ferita, è stata soccorsa dal 118 e portata in ospedale: per lei un trauma cranico e traumi in varie parti del corpo. Il marocchino era completamente ubriaco quando ha iniziato ad aggredire la piacentina, con la quale ha detto di convivere. Poi se l'è presa anche con due agenti che, per bloccarlo, sono rimasti feriti a loro volta.

Questa mattina è stato processato per direttissima in Tribunale a Piacenza. Ha patteggiato una pena di sei mesi di reclusione e il giudice ha disposto la custodia cautelare in carcere.
(In basso, a sinistra, il dirigente delle Volanti Filippo Sordi Arcelli)

Annuncio promozionale

sordi ciccone-3

Barriera Milano
risse

21 Commenti

Feed
  • Avatar di mec mecmec

    mec mecmec a) si sa' che per i bingo bongo e i talebani le donne sono oggetti da prendere a calci e pugni ( oltre che da usare per soddisfazione personale ..) dove e' la novita' ?? b) quando si fa' un atto si deve sempre pensare al rovescio della meìdaglia ... questo e' il rovescio della medaglia del rapporto con un assiro/persian/talebano .. si sa' ..

    il 20 giugno del 2012
  • Avatar di Natalia

    Natalia Non conoscendo i dettagli della vicenda e tralasciando svariate ed eventuali considerazioni in merito all'immigrazione di massa e alla cultura di determinate etnie, sicuramente discutibili, la cronaca dimostra che purtroppo la violenza, compresa quella nei confronti delle donne, non conosce confini, come la superficialità di chi confonde la vittima, forse colpevole d'imprudenza, con il carnefice, oggettivamente colpevole di un reato.

    il 19 giugno del 2012
  • Avatar di Paolo

    Paolo Chi dice che è colpa della ragazza non è tanto meglio del marocchino in questione denotando una mentalità degna della cultura maschilista. Di violenza (verbale e fisica) le donne la subiscono ogni giorno anche dai propri compagni/colelghi etc.. italiani. Forse si farebbe meglio a guardare in casa propria come si tratta la moglie o la fidanzata prima di additare il marocchino (o la ragazza....)

    il 19 giugno del 2012
    • Avatar di UfoRobot

      UfoRobot sicuramente fatti del genere capitano anche in Italia e ci sono episodi anche ben peggiori, rimane però il fatto che un uomo del genere cerca nella donna italiana una via facile per avere il permesso di soggiorno e magari una facilitazione per campare (in questo caso magari un posto dove vivere senza pagare l'affitto). Rimane poi il divario culturale dove queste culture arretrate non rispettano la dignità della donna, in più l'alcool che nei loro paesi è proibito e qui lo rendono ancor più aggressivo. Una donna, pur disperata e bisognosa di un uomo che sia non può non considerare i rischi del caso. Purtroppo ce ne sono molte così incapaci di stare sole che si porterebbero a casa qualunque cosa. In più visto che già abbiamo i nostri "animali nostrani" non cedo per quale ragione ci dobbiamo anche sobbarcare quelli provenienti dal terzo mondo. Io credo se ne possa volentieri fare a meno.

      il 19 giugno del 2012
    • Avatar di max max

      max max probabilmente dovresti farlo tu,si vede che hai la coda di paglia... io,appunto perchè non ho mai maltrattato mia moglie e nessuna delle mie precedenti fidanzate,lo addito eccome il maruga tu invece lo difendi,chissà come mai

      il 19 giugno del 2012
      • Avatar di Paolo

        Paolo Io ho difeso la donna, non il marocchino, imparate a leggere su questo sito per favore !

        il 19 giugno del 2012
        • Avatar di max max

          max max leggi pure l'edit,bambul

          il 19 giugno del 2012
          • Avatar di Paolo

            Paolo Quando non si sa più cosa dire si inizia a offendere, è tipico di chi è messo di fronte alla pochezza dei suoi interventi.

            il 19 giugno del 2012
            • Avatar di max max

              max max no,è che di fronte a sti papiri pieni di nulla cadono sempre le palle il discorso è uno solo:la tipa si è messa con un marocco,e doveva mettere in conto che i marocchi non rispettano quasi mai le donne quindi se l'è cercata punto

              il 19 giugno del 2012
              • Avatar di Paolo

                Paolo A me invece cascano le balle ogni volta che leggo il vuoto di certi commenti maschilisti, ma ce ne sono stati di peggiori, purtroppo. E' la stessa logica perversa del prete che accusa una ragazza stuprata che se l'è cercata perchè veste con la minigonna.

                il 19 giugno del 2012
      • Avatar di max max

        max max o meglio,addito lei,perchè sapeva benissimo cosa aspettarsi quando si è messa con un islamico

        il 19 giugno del 2012
        • Avatar di Paolo

          Paolo Io non ho la coda di paglia, dato che non ho certo l'età dei vecchi bifolchi che scrivono questi schifosi commentucoli da barsport su ilpiacenzza. Sicuarmente però qualcuno qui ha dimostrato una grande  ignoranza tipica del provincialismo piacentino e italiota con commenti tipici della sub-cultura maschilista che non va a incolpare chi commette il reato ma la vittima ! Per non parlare dei discorsi razzisti che purtroppo tocca leggere. A me per primo non piace questa immigrazione di massa ma io non ho certo più stima di piacentini come voi che scrivono nel 2012 certe nefandezze. Non siete per nulla migliori del marocchino che dalla sua se non altro avrà avuto la sfortuna di avere un'istruzione scadente o inesistente, voi sareste in teoria nati ed educati nella civile italia. E spero che la moderazione intervenga per segare certi commenti discriminatori e maschilisti.

          il 19 giugno del 2012
          • Avatar di Luca Luca

            Luca Luca Si ma scusa ma cosa si aspettava di trovare sposando un marocchino? Un latin lover? Istruzione scadente? questi sono indietro 500 anni, altrochè istruzione scadente. Se ne dovrebbero rimanere a casa loro..

            il 19 giugno del 2012
  • Avatar di PALOMBARO NERO

    PALOMBARO NERO lei sicuramente era anche contenta di ricevere le sue " attenzioni"....

    il 19 giugno del 2012
  • Avatar di La Pegra

    La Pegra Mi auguro che i 2 poliziotti entrati in caserma si sian tolti la voglia di dire 2 cose in un occhio al marugo , dalla soddisfazione dei loro volti direi di si ! Dèghia anca par me !

    il 19 giugno del 2012
  • Avatar di max max

    max max ben le sta,così impara a mettersi col tovaglione

    il 18 giugno del 2012
  • Avatar di memento audere

    memento audere ahahahahah l'integrazione ahahahahah ben ti stà traditrice della razza.

    il 18 giugno del 2012
  • Avatar di elide neleo

    elide neleo tutti invitati al matrimonio? io offro il vino

    il 18 giugno del 2012
  • Avatar di UfoRobot

    UfoRobot Ma da donna: ma come si fa a mettersi con questa gentaglia, ma cosa si aspettava da un extracomunitario arrivato qui per disperazione?

    il 18 giugno del 2012
  • Avatar di Charles Bronson

    Charles Bronson Che bella storia d'amore.... A quando i fiori d'arancio???? (o i fichi d'india......)

    il 18 giugno del 2012
  • Avatar anonimo di Perrofeo

    Perrofeo Te' vuri' al murus maruchein? Adess ciuccial.....

    il 18 giugno del 2012