Rivergaro: forza auto in sosta e poi scappa su un furgone rubato

Tentato furto aggravato e riciclaggio. Sono i due reati di cui deve rispondere un marocchino di 46 anni, in Italia senza fissa dimora, che è stato arrestato dai carabinieri della stazione di Rivergaro

Tentato furto aggravato e riciclaggio. Sono i due reati di cui deve rispondere un marocchino di 46 anni, in Italia senza fissa dimora, che è stato arrestato dai carabinieri della stazione di Rivergaro che l'altra mattina lo hanno bloccato mentre scappava su un furgone dopo aver cercato di rubare a bordo di un'auto in sosta. Il suo mezzo però è risultato rubato Il fatto è avvenuto nella centralissima piazza di Rivergaro, dove un noto professionista del paese aveva posteggiato la sua vettura proprio davanti al suo studio. Dalla finestra però ad un certo punto ha notato il marocchino che stava rovistando dentro l'abitacolo, e quindi ha subito avvertito i carabinieri.

Quando è arrivata la pattuglia, l'immigrato era già stato visto scappare a bordo di un furgone bianco con targa francese, individuato dai militari poco dopo nella zona. A bordo, ovviamente, anche una gran quantità di arnesi da scasso, mentre controllando l'identità dello straniero è emerso che già l'anno scorso era stato denunciato, sempre a Rivergaro, per episodi analoghi. Inoltre, controllando il suo furgone, è emerso non solo che anche quello era stato rubato a Pavia qualche tempo fa, ma che le targhe erano state sostituite. Quindi alla fine per il marocchino è scattato l'arresto per riciclaggio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Treno di pendolari colpito dal carrello di un treno merci, quattro feriti

  • Gazzella dei carabinieri travolta da un'auto durante un controllo

  • A 17 anni scappa dalla polizia e si schianta contro il guard rail

  • Trova tre ladri in casa di notte, fa a botte e ne blocca uno. Arrestato un 31enne clandestino

  • Muore due giorni dopo l'incidente in scooter, tre paesi in lutto per "Bicio"

  • Spunta un quadro nel giardino della Ricci Oddi, è identico al Klimt

Torna su
IlPiacenza è in caricamento