Stupro di via Dante, Istrati condannato a 9 anni e 4 mesi

E' stato condannato a 9 anni e 4 mesi il 35enne romeno-ucraino Nicolae Istrati accusato di aver stuprato una 40enne cinese in un bar di via Dante la notte tra il 18 e il 19 luglio 2018. I carabinieri lo avevano catturato in meno di trenta ore dalla brutale violenza

Istrati al momento dell'arresto

E' stato condannato a 9 anni e 4 mesi il 35enne romeno-ucraino Nicolae Istrati accusato di aver stuprato una 40enne cinese in un bar di via Dante la notte tra il 18 e il 19 luglio 2018. I carabinieri del Nucleo Investigativo e quelli dell'Aliquota Operativa del Norm, coordinati dal pm Emilio Pisante, lo avevano catturato in meno di 30 ore dalla brutale violenza: lo avevano bloccato a Milano in zona viale Forlanini.  La condanna è arrivata dal gup Luca Milani venerdì scorso. L'uomo è difeso dall'avvocato Gianni Montani e aveva scelto il rito abbreviato che dà diritto allo sconto di un terzo della pena, il pm aveva chiesto 8 anni. La vittima si era costituita parte civile con l'avvocato Paolo Lentini che si era rimesso al giudice che ha poi riconosciuto alla cinese un risarcimento di 80mila euro, sui 200mila richiesti. La difesa si riserva poi, una volta visionate le motivazioni, di ricorrere in appello. Contestualmente era stata anche depositata una relazione psicologica: in seguito al gravissimo trauma subito aveva intrapreso un percorso con un professonista. Istrati ha diversi precedenti penali per furto e in Italia si manteneva facendo lavori saltuari. Al momento della violenza era in affidamento ai servizi sociali. Era stato condotto nel carcere di San Vittore mentre ora si trova alle Novate. L'uomo verso mezzanotte e mezza del 19 luglio si era presentato al bar. Dentro c'era solo la sua vittima: stava chiudendo il locale. L'ha bloccata e legata con del nastro adesivo e con un grembiule. Le ha tappato la bocca e ha abusato di lei per almeno tre ore. In quel lasso di tempo avrebbe anche mangiato e cercato di scassinare, invano, i videopoker. La donna che ha circa 40 anni, è riuscita a liberarsi quando il suo aguzzino ha avuto un momento di distrazione. E' scappata in strada e ha urlato fino a quando è stata soccorsa. Per le lesioni riportate ha ricevuto una prognosi di 20 giorni. Istrati era accusato di violenza sessuale aggravata, sequestro di persona, tentata rapina, lesioni gravi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore travolta da un tir, stava andando a lavorare

  • Dal Po affiora un cadavere nella diga di Isola Serafini

  • Travolta in bici da un tir, muore una donna

  • Si ustiona con una pentola d'acqua bollente, gravissima

  • Travolti da un'auto dopo un incidente: tre feriti, uno è un carabiniere

  • Sfigurata nello scontro mortale, per il riconoscimento servirà il test del Dna

Torna su
IlPiacenza è in caricamento