Valtidone Wine Fest, a Bilegno il concerto inaugurale con Rinaudo e Scagnelli

L'Appennino festival ha fatto tappa a Bilegno per celebrare l'apertura del Valtidone Wine Fest, che nel prossimo fine settimana sarà protagonista a Borgonovo del primo dei 4 tradizionali appuntamenti che animano il settembre della Val Tidone

Rinaudo Scagnelli

L’Appennino festival ha fatto tappa a Bilegno per celebrare l’apertura del Valtidone Wine Fest, che nel prossimo fine settimana sarà protagonista a Borgonovo del primo dei 4 tradizionali appuntamenti che animano il settembre della Val Tidone.

Ne è scaturita una serata di pura magia, benaugurante antipasto di questa sesta edizione della più grande rassegna del vino piacentino, che si annuncia come quella dei record. Sul palco allestito nel piccolo e suggestivo borgo di Bilegno, le cornamuse di Fabio Rinaudo, fondatore dei "Birkin Tree", uno dei complessi italiani di musica irlandese più longevi e più noti, hanno incontrato le voci dell’Appennino guidate da Maddalena Scagnelli, leader del gruppo degli Enebia, per uno spettacolo di canti e suoni della tradizione popolare europea che ha conquistato e coinvolto il folto pubblico. Fabio Rinaudo è da più di venti anni un attento studioso e interprete della Uilleann Pipes, la cornamusa irlandese, oltre che della scottish small pipes e della musette bourbonnaise e, come sempre, ha saputo alternare il suono a spiegazioni e aneddoti sui suoi strumenti, trovando con gli Enerbia quella perfetta armonia che ha saputo dar vita a uno spettacolo unico ed emozionante.

Oltre al Valtidone Wine Fest, che con i suoi vini, ha cullato gli spettatori durante il concerto, a fare da padrona di casa non poteva che essere, a Bilegno, Isa Mazzocchi, lo chef stellato del ristorante La Palta, che ha presentato in degustazione un menu fatto di melodiose costruzioni di gusto e fantasia. Anche in questo caso si è trattato di un antipasto di ciò che accadrà domenica prossima, 6 settembre, dalle 17, quando l’associazione Chef to Chef, di cui Isa Mazzocchi è tra i fondatori, celebrerà Borgonovo città della gastronomia con alcuni showcooking che avranno come protagonisti anche gli altri chef stellati emiliani, Luca Marchini del ristorante Erba del Re di Modena e Andrea Incerti Vezzani, chef del ristorante Locanda Cà Matilde di Reggio Emilia.

Gli showcooking concluderanno la giornata borgonovese del Valtidone Wine Fest, che avrà la sua inaugurazione ufficiale alle 10.45 insieme alla 49esima edizione della festa d’la Chisola, in Piazza Garibaldi, dove sarà allestito il tradizionale tendone sotto il quale troveranno posto le cantine e aziende vitivinicole che metteranno in degustazione l’ortrugo, re della prima tappa del festival del vino. Nel pomeriggio, invece, dalle 15, si terranno, presso il castello medievale di Castelnovo di Borgonovo, le degustazioni guidate con percorso del gusto e visita al castello, per raggiungere il quale sarà a disposizione una navetta gratuita.

Per i più giovani, ma non solo, il Wine Fest si anticipa a sabato pomeriggio, quando nei bar di Borgonovo sarà l’ora dell’Happy Ortrugo, con la preparazione di una serie di aperitivi a base del vino autoctono della Val Tidone.

Il pubblico Rinaudo Scagnelli Enerbia-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, lotta al contagio: nel Piacentino scuole chiuse e San Damiano per la quarantena

  • Coronavirus: il 38enne contagiato in contatto con un manager di Fiorenzuola, isolato a Milano. Chiusa la ditta Mae

  • Emergenza coronavirus, decisa la chiusura di tutte le discoteche e locali di intrattenimento

  • «Due nuovi casi positivi all'ospedale di Piacenza: contagiati dal focolaio lombardo»

  • «A Piacenza nessun caso di Coronavirus. Piacentini stiano tranquilli, a breve un numero dedicato all'emergenza»

  • Coronavirus, ricoverato l'infermiere di Codogno che era venuto in contatto con il 38enne contagiato

Torna su
IlPiacenza è in caricamento