Vigolzone, auto ariete contra la vetrata blindata. Secondo assalto alla banca

Ancora in azione stanotte a Vigolzone la banda che venerdì scorso aveva svaligiato la banca di Piacenza. Questa volta nel mirino la Cariparma che dista 100 metri. Abbandonate due auto rubate, i ladri non sono riusciti a fare esplodere il bancomat

I carabinieri questa notte davanti alla Cariparma di Vigolzone (foto bisa)

Ormai è quasi una sfida ai carabinieri quella lanciata da una banda di ladri professionisti e spregiudicati che questa notte hanno preso di mira il bancomat della Cariparma di Vigolzone, a 100 metri da quello della Banca di Piacenza che avevano svaligiato venerdì scorso. Con un'auto ariete hanno abbattuto una delle vetrate blindate dell'istituto di credito che si affaccia sulla strada Valnure, ma questa volta qualcosa è andato storto e non hanno fatto in tempo a far saltare il bancomat con il gas. I ladri sono quindi fuggiti a gran velocità lasciando sul posto la Citroen C3 rubata a Voghera qualche giorno fa, e abbandonando poi poco distante una seconda auto rubata, un'Audi utilizzata per la fuga. Sul posto sono intervenuti i carabinieri del Nucleo radiomobile di Piacenza insieme ai colleghi della stazione di San Giorgio e alle guardie dell'Ivri. Ma dei ladri, anche stavolta, nessuna traccia.

L'assalto è avvenuto alle 3 in punto, quando la banda è arrivata davanti alla Cariparma di Vigolzone a bordo di due auto rubate: un'utilitaria C3 Citroen e un'Audi scura station wagon. Con la Citroen hanno innestato la retromarcia e a tutta velocità l'hanno lanciata contro una delle vetrate della banca che è andata in frantumi. Nel frattempo i complici, che avevano già provveduto a mettere fuori uso la telecamera di sorveglianza esterna, hanno iniziato a lavorare per saturare di gas acetilene, altamente esplosivo, il bancomat. Nel loro piano a questo punto avrebbero dovuto farlo saltare, e poi entrare dal varco creato nella vetrata per raccogliere il danaro, esattamente come avevano fatto sei giorni fa alla Banca di Piacenza.

Schermata 2013-04-11 alle 06.51.46-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Qualcosa però questa volta non è andato secondo i piani: hanno visto che, scattato l'allarme, il tempo passava in fretta e si sono trovati costretti a fuggire rapidamente a mani vuote prima che arrivassero carabinieri e Ivri. Alcuni residenti, svegliati dal botto della vetrata, li hanno visti salire a bordo dell'Audi, a volto scoperto, e scappare a gran velocità in direzione di Piacenza. I malviventi però hanno poi imboccato la provinciale tra Grazzano e Niviano, abbandonando l'Audi in una cascina in località Colonese, dove è stata ritrovata poco dopo dai militari e dall'Ivri. Qui avevano una seconda auto "pulita" che hanno utilizzato per far perdere le tracce.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ubriaco fradicio porta il coniuge trans a prostituirsi: «Arrotondiamo il bilancio familiare», denunciati

  • Coronavirus, la curva rallenta ma ci sono ancora 25 morti: in tutto 447 da inizio epidemia

  • La situazione nei comuni piacentini aggiornata al 24 marzo

  • La situazione nei comuni del Piacentino aggiornata al 25 marzo

  • Stop attività produttive non essenziali e assembramenti con più di due persone: nuova ordinanza antivirus a Piacenza

  • Covid-19, l’aggiornamento sui casi positivi nel Piacentino del 23 marzo

Torna su
IlPiacenza è in caricamento