Le eccellenze piacentine "volano" con il magazine di AirDolomiti

Il fascino delle terre verdiane, i sapori della Bassa, i castelli del Ducato, le meraviglie del Po. Le eccellenze piacentine sono "dipinte" in un articolo sul magazine di volo di AirDolomiti, compagnia Lufthansa

Il fascino delle terre verdiane, i sapori della Bassa, i castelli del Ducato, le meraviglie del Po. Le eccellenze piacentine spiccano il volo e finiscono sul magazine di AirDolomiti, la compagnia aerea partner del colosso Lufthansa.

Dal primo settembre sulla rivista "Spazio Italia", che i passeggeri trovano sulle sedute delle loro poltrone, compare un servizio di sei pagine con traduzione in inglese a fronte. Il lungo reportage dal piacentino a firma di Giulia Giovanelli ripercorre il "fascino speciale" del territorio, i "piaceri del palato" delle trattorie locali, i "gioielli d'arte e di storia incastonati in un territorio che offre attrattive per tutti i gusti: dalla via Francigena ai superbi castelli e rocche feudali, dai centri termali alle tentazioni di prodotti insuperabili". L'apertura è dedicata alle terre verdiane, tra Piacenza e Parma.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La giornalista si sofferma su villa Verdi a Sant'Agata, "un romantico e solitario edificio - scrive - ancora oggi abitato dai discendenti del maestro, che ne custodiscono i preziosi cimeli". Non mancano i riferimenti faunistici ("gli aironi che sorvolano il Grande Fiume") e un richiamo alla cultura culinaria tradizionale: dal pesce di fiume alla coppa piacentina, dagli anvein ai pisarei e fasò. Dalla pianura, in una panoramica ideale che abbraccia i tesori locali, lo sguardo spazia alla collina, "che cela borghi e villaggi animati da sagre enogastronomiche: castagnate, feste dell'uva, mercati di funghi e tartufi". "E poi c'è Piacenza che, vista dal fiume, si presenta con l'imponente mole di palazzo Farnese, gli antichi campanili e i profili delle sue chiese". Focus finale sul castello di San Pietro in Cerro e la "cittadina di Caorso con la sua bella rocca, il mercatino dell'antiquariato ogni quarta domenica del mese e l'attracco dal quale partono tutti i percorsi di navigazione sul Po".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la curva rallenta ma ci sono ancora 25 morti: in tutto 447 da inizio epidemia

  • «Un anziano ammalato di Covid in gennaio a Piacenza potrebbe essere il paziente 1». Inchiesta di Report in una clinica piacentina

  • Piacenza, tutte le attività commerciali che sono aperte e fanno consegna a domicilio

  • Coronavirus, la situazione nei comuni del Piacentino aggiornata al 31 marzo

  • Coronavirus, l'aggiornamento del 27 marzo sui comuni del Piacentino

  • Covid-19, Piacenza piange altre 26 vittime, il totale sale a 495

Torna su
IlPiacenza è in caricamento