Selta compie 45 anni di attività e presenta il restyling del logo

Si apre un nuovo corso per la società, un'azienda tecnologica che opera nell'ambito delle infrastrutture critiche nazionali - energia, trasporti, telecomunicazioni e cyber security

La sede dell'azienda a Cadeo. Sotto il nuovo logo

Un compleanno importante quello di Selta, l’impresa tecnologica italiana che abilita l’automazione e le comunicazioni in rete e garantisce la sicurezza delle principali infrastrutture critiche nazionali, che festeggia i 45 anni di attività e successi, non solo in Italia ma anche all’estero. In particolare, Selta progetta e realizza piattaforme e reti di comunicazione e sistemi di controllo e automazione per le principali imprese, enti pubblici, operatori di rete fissa e mobile e multiutilities, tanto da essere il maggior produttore italiano di tecnologie e soluzioni per la Business Communication e per le reti a banda larga; nell’ambito della cybersecurity, Selta offre soluzioni di sicurezza e consulenza per gli enti governativi. Per festeggiare i suoi primi 45 anni, Selta ha svelato il nuovo logo: dopo il colore arancio, già simbolo dell’innovazione, la società si presenta da oggi con il colore rosso, che trasmette voglia di rinnovamento e proiezione verso il futuro. Una visione nella quale il nuovo board aziendale si identifica, senza dimenticare la storia e il passato sul quale l’impresa è cresciuta: il logo, infatti, mantiene il pittogramma originale, sottolineando la continuità di un’attività storica, che da quasi mezzo secolo è capace di innovare e rinnovarsi con costanza.

Nuovo Logo Selta 2017 ROSSO alta-2Lo sguardo alle sfide del cambiamento che il mercato impone e la determinazione con la quale si devono affrontare caratterizzano infatti l’approccio del nuovo board della società, chiamato a lavorare per mantenere e rafforzare la posizione di leader di Selta, valorizzandone non solo l’esperienza e la reputazione, ma anche la capacità di competere grazie ad una offerta tecnologicamente e qualitativamente avanzata, frutto della ricerca e sviluppo interna e delle collaborazioni con le migliori Università italiane. “Lo scenario economico industriale impone a tutte le aziende che vogliono continuare a rimanere sul mercato un approccio diverso rispetto al passato” ha commentato Gianluca Attura, Amministratore Delegato di Selta, da giugno 2016. “La decisione di rinnovare l’immagine di Selta parte da questa consapevolezza, e vuole significare la volontà della società e del suo management di affrontare il processo di cambiamento con un nuovo slancio, con l’obiettivo di crescere sul mercato internazionale”.

La storia di Selta inizia nel 1972, quando a Milano viene aperto il primo laboratorio di progettazione per i sistemi di trasmissione e automazione di reti private. Dopo il 1980, anno in cui tutte le attività operative vengono spostate nel polo di Cadeo - Piacenza -, l’azienda entra anche nel mercato della commutazione telefonica e delle reti pubbliche di telecomunicazioni, dopo essersi già imposta con una offerta sempre all’avanguardia nell’ambito delle reti elettriche ad alte prestazioni e basso consumo. Nel corso dei decenni colleziona importanti traguardi in entrambi i settori, sia sul mercato italiano sia su quello estero, oltre ad aggiudicarsi premi prestigiosi come il Premio Innovazione Anie per aver sviluppato una delle prime piattaforme ibride per la comunicazione IP.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Alla sede centrale di Cadeo (Piacenza), struttura inaugurata nel 2004, si aggiungono quelle di Tortoreto (Teramo) – entrambe basate su principi di ecosostenibilità -, e Roma, oltre alla presenza all’estero affiancata da una rete selezionata di partner commerciali in Europa, Africa, Medio e Lontano Oriente. Da un anno, oltre alle market unit consolidate di Energy and Automation e Information and Communication Technology, l’azienda ha sviluppato un’unità di Cyber Security and Information System che opera nell’ambito degli enti della Difesa e delle infrastrutture critiche nazionali. Il 25% circa dei dipendenti è impegnato in attività di Ricerca & Sviluppo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Mio marito è stato un dono per la mia vita»

  • Provincia in lutto, se ne è andata Roberta Solari

  • Covid-19, a Piacenza continuano a calare decessi e contagi

  • Coronavirus e decessi, i numeri non tornano: se le vittime fossero molte di più?

  • Contagi in drastico calo a Piacenza: il 7 aprile 17, ieri erano 44

  • Coronavirus, contagiati anche venti minori piacentini

Torna su
IlPiacenza è in caricamento