Piacenza, “Il gatto di Schrӧdinger e le curvature melodiche del tempo”

Nell’ambito del ciclo di conferenze “Il tempo: grande scultore”, venerdì 24 luglio, alle ore 18:00, nel Salone del Conservatorio 'Nicolini' in via S. Franca 35 a Piacenza, il M° Marco Alpi e il M° Vittorio Vinay terranno la conferenza-concerto: “Il gatto di Schrӧdinger e le curvature melodiche del tempo”.

Quando Schrӧdinger ideò il celebre paradosso del povero gatto contemporaneamente vivo e morto, intendeva mettere in guardia dalle imprevedibili conseguenze di trasferire il principio quantico di sovrapposizione di stati al mondo macroscopico.  In ambito musicale sembra però che il paradosso perda il suo valore: come e perché lo spiegheranno e mostreranno i maestri  Alpi e Vinay in una  conferenza-concerto. Vi aspettiamo. 

L’ingresso è libero e gratuito.

Se la situazione paradossale in cui è stato costretto il povero gatto infilato da Schrödinger nella lugubre scatola posta al centro del famoso  Gedankenexperiment aveva lo scopo di metterci in guardia dalla tentazione  di leggere la realtà macroscopica con la strumentazione concettuale approntata per l’interpretazione di quella microscopica, in ambito musicale, forse, il paradosso perde la sua implausibilità trasfigurando in una singolare curvatura del tempo determinata dall’intreccio, in prospettiva ritmica, di uno spazio melodico modellato dalla ghirlanda sintattica delle concatenazioni armoniche. 

Il tempo è la componente più famigliare ed importante della nostra esistenza, ma nonostante ciò è anche quella più misteriosa ed  elusiva. Viviamo completamente immersi nel tempo: tutte le nostre azioni, le abitudini, i rapporti con gli altri, i momenti di sonno e di veglia, i pensieri stessi sono scanditi dallo scorrere dei giorni, delle ore, dei minuti. Il tempo è il modo in cui organizziamo la nostra  esperienza, in cui costruiamo il nostro modello della realtà, quello che ci consente di trovare le soluzioni dei problemi e costruire le  relazioni con l’universo degli eventi che ci circonda. Quindi per capire cos’è il tempo dobbiamo cercare di coglierlo nelle sue  manifestazioni, indagare come esso opera e come viene assimilato nelle scienze, nella filosofia, nella poesia, nelle arti, nella musica,  nella danza, nel mito. Il tempo è il grande scultore che trae dalla materia amorfa dell’universo le forme di cui abbiamo esperienza.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Incontri, potrebbe interessarti

  • Palazzo Farnese, Feste al Museo

    • Gratis
    • dal 6 ottobre 2019 al 5 gennaio 2020
    • Palazzo Farnese
  • Museo di Storia Naturale, Laboratori didattici "Gioca e impara"

    • Gratis
    • dal 26 ottobre 2019 al 16 maggio 2020
    • Museo di Storia Naturale
  • Museo di Storia Naturale, "Aspettando il Natale"

    • Gratis
    • dal 1 al 22 dicembre 2019
    • Museo di Storia Naturale

I più visti

  • Appennino Festival, a Ferriere il coro Vox Silvae

    • solo domani
    • Gratis
    • 8 dicembre 2019
    • Chiesa di San Giovanni Battista
  • Borgo Faxhall, Mercatino del Borgo

    • Gratis
    • dal 7 al 29 dicembre 2019
    • Borgo Faxhall
  • Natale 2019 a Piacenza, tutti gli eventi

    • Gratis
    • dal 30 novembre 2019 al 6 gennaio 2020
    • varie location, come da programma
  • Castell'Arquato, Winterland - il paese del Natale

    • solo domani
    • Gratis
    • 8 dicembre 2019
    • intero borgo
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    IlPiacenza è in caricamento