Bersani: «È ora di reagire. Per il 26 gennaio sono ottimista ma non tranquillo»

Bersani è intervenuto a Fiorenzuola a sostegno della lista “Emilia Romagna coraggiosa per Bonaccini”. «Più dei risultati è importante dire come ci si è arrivati. Le sardine? Non sono la risposta alla sensibilità politica di oggi»

Foto Trespidi

«È ora di reagire, di fare qualcosa in più: è una battaglia dura». Pierluigi Bersani, presidente di Articolo Uno e intervenuto a Fiorenzuola a sostegno della lista “Emilia Romagna coraggiosa per Bonaccini”, si dice «ottimista ma non tranquillo», per quello che sarà il risultato delle elezioni Regionali del 26 gennaio. «Dobbiamo riuscire a vincere questa battaglia perché è impensabile che l’Emilia Romagna resti in mano ad una destra regressiva. Presentiamo una lista di sinistra nuova, con gente fresca, aperta e con sensibilità civiche, sociali e ambientali. Usiamo la vecchia aspirazione, ormai dimenticata, che ha portato in Regione a risultati buoni in Emilia Romagna che ha portato a coesione, valori sociali. Con questa aspirazione affrontiamo i problemi nuovi». Poi parla delle proposte: «Clima, il lavoro da difendere in questa transizione tecnologica, sanità autosufficienza. Riprendiamo in mano il cuore perché i risultati vengono da questo: vogliamo una società giusta di valori e se non si riprende la spinta politica non si arriva all’obiettivo».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E sull’andamento della campagna elettorale dice: «Bonaccini ha puntato molto, giustamente, sui risultati raggiunti, indiscutibili, in cinque anni di governo. Ma è importante che tutti, e ancora di più dovrebbe farlo il Pd, dicessero come si è arrivato a tanto: non basta fare la lista delle cose fatte». Infine una nota sulla politica nazionale e in particolare la sorta di “riforma” che Zingaretti vuole portare avanti con i dem: «Noi di sinistra, centrosinistra e Zingaretti dobbiamo proporre qualcosa di nuovo, la questione non è fare, rifare questo o quel partito. Serve un percorso costituente accoglienza, apertura alla discussione e una bozza di programma. Poi chi vuole partecipare viene e riparte insieme a noi. Le sardine non sono la risposta politica alla sensibilità che c’è oggi». E lei è pronto a ripartire? – chiediamo a Bersani: «Sono pronto a spingere il carretto, ma devono essere i giovani a tirarlo. Torniamo nei bar dove circolano opinioni che non trovano una sponda per un’interlocuzione energica».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovato morto vicino al suo camion, indagini in corso

  • Rischia di annegare in una piscina da giardino, bimbo di 2 anni gravissimo

  • Donna scomparsa, salvata sotto il diluvio dopo otto ore di ricerca

  • Non ce l'ha fatta il bambino di 2 anni salvato dall'annegamento in una piscina da giardino

  • Esce di casa e scompare nel nulla, al via le ricerche di una 45enne

  • Furti nei magazzini della logistica piacentina, maxi blitz all'alba con quaranta arresti

Torna su
IlPiacenza è in caricamento