Zanardi (Misto): «L'Amministrazione si attivi per tutelare i giovani calciatori del Pro Piacenza»

L'interrogazione della consigliera comunale del Gruppo Misto sulla situazione del Pro Piacenza

Gloria Zanardi (Gruppo Misto)

Un'interrogazione a risposta scritta urgente presentata da Gloria Zanardi, consigliere comunale di Piacenza del Gruppo Misto, chiede al sindaco Patrizia Barbieri e agli assessori competenti se, alla luce dell'attuale situazione in cui versa il Pro Piacenza, l’amministrazione abbia intrapreso qualsivoglia iniziativa volta a scongiurare la chiusura di una delle più prestigiose società sportive locali e, nel caso in cui il Pro Piacenza venga radiato dal campionato italiano professionisti, quali siano le iniziative che il comune intende mettere in campo per tutelare gli oltre 200 calciatori del settore giovanile che, non per loro colpa, verranno esclusi dalle competizioni locali e nazionali.

«Senza volere entrare nelle polemiche sui giornali – spiega il consigliere comunale Zanardi - tra le dirigenze delle due società calcistiche piacentine, ho chiesto l'interessamento da parte dell'amministrazione a tutela degli oltre 200 giovani calciatori che potrebbero essere esclusi, non per loro colpa, dalle competizioni locali e nazionali, dopo avere investito energie, passione e denaro. Allo stato, infatti, sembrerebbe che, qualora la prima squadra non fosse in grado di presentarsi all’appuntamento sportivo del 20 gennaio, calerebbe il sipario in via definitiva sul Pro Piacenza, con l’esclusione della società dal campionato italiano professionisti e la relativa espulsione delle squadre giovanili dai rispettivi campionati. Occorre valutare tutta la situazione ed attivarsi nell'interesse della città, dello sport piacentino e soprattutto dei giovani calciatori».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nell'interrogazione si ricorda che il Pro Piacenza è una delle due squadre professionistiche presenti sul territorio piacentino e rappresenta un formidabile bacino di interessi sportivi. La predetta società sportiva gestisce il centro sportivo di via De Longe ed utilizza per le partite della prima squadra lo stadio Leonardo Garilli, previa intesa con l’altra società sportiva, il Piacenza calcio. La stessa società sportiva esiste ed opera sul territorio locale formando ed avviando ragazzi allo sport dal 1919.  Attualmente la prima squadra milita in lega pro (ex serie C), così come il Piacenza calcio, dando lustro sportivo alla nostra città; il suo settore giovanile rappresenta un’eccellenza e gestisce oltre un centinaio di giovani atleti.  A fine giugno 2018, a seguito del disimpegno della vecchia proprietà, la società sportiva Pro Piacenza è stata acquistata da un gruppo imprenditoriale estraneo alla realtà provinciale. Da quel momento è stato un susseguirsi di problemi per il Pro Piacenza che sono noti a tutti essendo stati abbondantemente riportati sulla stampa locale. Al momento il Pro vive una crisi che sembrerebbe a prima vista irreversibile dato il disimpegno di calciatori, tecnici e personale amministrativo e sulla stessa società pare pendere più di una “grana”, a quel che si apprende dalla stampa locale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto si ribalta dopo lo schianto contro il terrapieno, muore un uomo

  • Schianto all’incrocio: tre feriti, gravissima una ragazza

  • Fontana: «Il virus girava da mesi, Piacenza è la provincia con i numeri peggiori»

  • Assalto al bancomat nella notte, il colpo va a segno

  • Carabinieri chiamati per una lite trovano il bar pieno di gente, multa e locale chiuso

  • Intossicato mentre lavora in una cisterna, operaio gravissimo

Torna su
IlPiacenza è in caricamento