Lega Pro, il punto. Si fermano Viterbese e Como. In coda guai per Prato e Racing.

Decima turno di Lega Pro nel quale Alessandria e Cremonese sembrano poter distaccare le avversarie. Non vincono infatti Viterbese, Arezzo, Como e Livorno permettendo al Piacenza di issarsi in terza posizione

Decima turno di Lega Pro nel quale Alessandria e Cremonese sembrano poter distaccare le avversarie. Non vincono infatti Viterbese, Arezzo, Como e Livorno permettendo al Piacenza di issarsi in terza posizione. In coda pesanti cadute per Prato, Racing e Pontedera mentre il Pro Piacenza firma la sorpresa del giorno infliggendo la prima sconfitta alla Viterbese. Sono 25 le reti siglate, ripartite tra 13 in casa con 3 vittorie e 12 in trasferta che fruttano ben 12 punti. Netta affermazione della Lucchese che rispedisce all’ultimo posto il Prato con la doppietta nel primo tempo del capocannoniere Forte e la rete nel finale di Bruccini; delude in parte la Giana Erminio che non riesce in superiorità numerica a violare il campo della Lupa Roma, per i romani un prezioso punto in chiave salvezza. L’Alessandria travolge alla distanza l’Olbia, il campo sardo è violato per la prima volta dalla doppietta di Gonzalez e dalle marcature di Branca e Celjak, inutile il momentaneo illusorio pareggio di Cossu; impresa del Pro Piacenza che infligge il primo stop del 2016 ad una distratta Viterbese, sono Rossini e Pesenti a rimontare il vantaggio di Diop facendo uscire dalla crisi i rossoneri.

Si conferma lieta realtà del girone il Renate che vince il quarto match in casa grazie a Marzeglia, Palma e Napoli inguaiando il Pontedera alla terza sconfitta consecutiva in trasferta; vittoria di misura in extremis della Cremonese che in casa del Tuttocuoio sfrutta nel finale il rigore di Brighenti rimanendo in scia dell’Alessandria. Si ferma la corsa del Como che a Pistoia segna dopo 11 secondi con Chinellato ma viene impattato dal pareggio di Colombo, nella ripresa il toscano Gyasi sbaglia un rigore per il possibile ritorno alla vittoria della squadra di Remondina; significativa vittoria del Piacenza che espugna Siena grazie al  magistrale trittico Matteassi-Cazzamalli-Saber, inutili le reti di Masullo e Bunino per la terza vittoria in trasferta dei biancorossi.

Seconda vittoria consecutiva fuori casa per la Carrarese che si tira fuori dalla zona calda con il rigore di Floriano che fa cadere per la seconda volta il campo della Lupa Roma; nella partitissima del giorno si dividono la posta Livorno ed Arezzo: al vantaggio labronico di Dell’Agnello ad inizio ripresa, fa seguito il quasi immediato pareggio di Yamga per gli amaranto ch falliscono l’aggancio alla terza posizione. Match più seguito del giorno proprio il derby dell’Ardenza (4300) mente il meno affollato quello tra Lupa e Carrarese (200). In classifica marcatori prende il volo Francesco Forte della Lucchese con 8 reti, seguito a 6 dalla coppia grigia Bocalon-Gonzalez e Brighenti della Cremonese. Prossimo turno con incontri clou quelli tra Viterbese (19)-Livorno(15) e tra Arezzo (18) e Renate (17).

Segui la tua squadra in diretta streaming su DAZN.
Il primo mese è GRATIS!

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Attualità

    Il Giro saluta il Piacentino, festa grande a Fiorenzuola per Guarnieri e Mareczko

  • Cronaca

    Uno scoppio in casa per inscenare una perdita di gas, altra truffa a segno: nel bottino centinaia di euro

  • Attualità

    Veneziani: «Il Giro delle bici elettriche non è mai passato a Rottofreno»

  • Fiorenzuola

    Vernasca, scossa di terremoto di magnitudo 3.3

I più letti della settimana

  • Giro d’Italia nel Piacentino, gli orari del passaggio della carovana rosa

  • Travolto e ucciso da una lastra di acciaio: era in pensione ma lavorava a chiamata

  • Calci ai poliziotti e insulti al giudice, tensione in tribunale durante il processo dei tre spacciatori

  • «Ecco com'è facile comprare droga in stazione». Blitz di Brumotti a Piacenza

  • Cade una pianta, donna schiacciata durante la passeggiata nel bosco

  • Saldatore in pensione che lavorava su chiamata, Podenzano piange Domenico Bossalini

Torna su
IlPiacenza è in caricamento