Lega Pro, il punto. Si fermano Viterbese e Como. In coda guai per Prato e Racing.

Decima turno di Lega Pro nel quale Alessandria e Cremonese sembrano poter distaccare le avversarie. Non vincono infatti Viterbese, Arezzo, Como e Livorno permettendo al Piacenza di issarsi in terza posizione

Decima turno di Lega Pro nel quale Alessandria e Cremonese sembrano poter distaccare le avversarie. Non vincono infatti Viterbese, Arezzo, Como e Livorno permettendo al Piacenza di issarsi in terza posizione. In coda pesanti cadute per Prato, Racing e Pontedera mentre il Pro Piacenza firma la sorpresa del giorno infliggendo la prima sconfitta alla Viterbese. Sono 25 le reti siglate, ripartite tra 13 in casa con 3 vittorie e 12 in trasferta che fruttano ben 12 punti. Netta affermazione della Lucchese che rispedisce all’ultimo posto il Prato con la doppietta nel primo tempo del capocannoniere Forte e la rete nel finale di Bruccini; delude in parte la Giana Erminio che non riesce in superiorità numerica a violare il campo della Lupa Roma, per i romani un prezioso punto in chiave salvezza. L’Alessandria travolge alla distanza l’Olbia, il campo sardo è violato per la prima volta dalla doppietta di Gonzalez e dalle marcature di Branca e Celjak, inutile il momentaneo illusorio pareggio di Cossu; impresa del Pro Piacenza che infligge il primo stop del 2016 ad una distratta Viterbese, sono Rossini e Pesenti a rimontare il vantaggio di Diop facendo uscire dalla crisi i rossoneri.

Si conferma lieta realtà del girone il Renate che vince il quarto match in casa grazie a Marzeglia, Palma e Napoli inguaiando il Pontedera alla terza sconfitta consecutiva in trasferta; vittoria di misura in extremis della Cremonese che in casa del Tuttocuoio sfrutta nel finale il rigore di Brighenti rimanendo in scia dell’Alessandria. Si ferma la corsa del Como che a Pistoia segna dopo 11 secondi con Chinellato ma viene impattato dal pareggio di Colombo, nella ripresa il toscano Gyasi sbaglia un rigore per il possibile ritorno alla vittoria della squadra di Remondina; significativa vittoria del Piacenza che espugna Siena grazie al  magistrale trittico Matteassi-Cazzamalli-Saber, inutili le reti di Masullo e Bunino per la terza vittoria in trasferta dei biancorossi.

Seconda vittoria consecutiva fuori casa per la Carrarese che si tira fuori dalla zona calda con il rigore di Floriano che fa cadere per la seconda volta il campo della Lupa Roma; nella partitissima del giorno si dividono la posta Livorno ed Arezzo: al vantaggio labronico di Dell’Agnello ad inizio ripresa, fa seguito il quasi immediato pareggio di Yamga per gli amaranto ch falliscono l’aggancio alla terza posizione. Match più seguito del giorno proprio il derby dell’Ardenza (4300) mente il meno affollato quello tra Lupa e Carrarese (200). In classifica marcatori prende il volo Francesco Forte della Lucchese con 8 reti, seguito a 6 dalla coppia grigia Bocalon-Gonzalez e Brighenti della Cremonese. Prossimo turno con incontri clou quelli tra Viterbese (19)-Livorno(15) e tra Arezzo (18) e Renate (17).

Potrebbe interessarti

  • Prurito dopo la doccia: allergie e possibili motivazioni

  • Requisiti Reddito di cittadinanza, come fare domanda e quali regole rispettare

  • I trucchi per avere abiti perfetti senza stiratura, anche durante le vacanze

  • Perché smettere di stirare? Vantaggi e consigli

I più letti della settimana

  • Cade da una scala, muore operaio

  • Grave dopo la caduta dal secondo piano

  • Rissa tra due famiglie poi spunta un coltello: ferito un uomo

  • Scontro in curva tra una moto e un furgone: feriti due giovani

  • Travolto da un'auto sulla Castellana, gravissimo un ciclista

  • Sbalzati dalla moto: due feriti, uno è grave

Torna su
IlPiacenza è in caricamento