Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Stop al business dell'immigrazione»: la protesta di Casa Pound

 

Protesta di Casa Pound contro l'ultimo bando per l'accoglienza dei profughi nella provincia di Piacenza, nel pomeriggio di sabato 21 aprile in stazione. Imponente il servizio d'ordine messo in campo dalla questura con l'ausilio dei carabinieri e della polizia municipale. Sono stati oltre cinquanta i militanti e simpatizzanti scesi in piazza per la protesta.  «Oggi abbiamo voluto dare vita a questo presidio per gridare il nostro dissenso allo scandaloso impiego che la prefettura ha avuto dei quasi 40 milioni che sono stati stanziati per l'accoglienza di immigrati sul Piacentino - spiega Pietro Pavesi di Casa Pound - per noi è scandaloso che una tale cifra, sia utilizzata per un peggioramento del degrado, quando abbiamo realtà come case popolari e il quartiere Roma, che potrebbero essere rivitalizzate attraverso un finanziamento pubblico, e invece questi soldi vengono stanziati per questo discorso che per noi è altamente scandaloso».

Potrebbe Interessarti

Torna su
IlPiacenza è in caricamento