Muore dopo lo schianto in auto contro un muretto. «Efisio era benvoluto da tutti»

È morto a poche ore dall’arrivo all’ospedale Maggiore di Parma, Efisio Mastinu, 67enne di origine sarda ma da tanti anni residente a Lusurasco di Alseno. In mattinata è rimasto coinvolto in un terribile incidente stradale sulla via Emilia

La scena dell'incidente (foto Leonardo Trespidi) e a lato la vittima, Efisio Mastinu

È morto nel pomeriggio di sabato 29 febbraio, a poche ore dall’arrivo all’ospedale Maggiore di Parma, Efisio Mastinu, 67enne di origine sarda ma da tanti anni residente a Lusurasco di Alseno. In mattinata è rimasto coinvolto in un terribile incidente stradale sulla via Emilia ad Alseno. Ai sanitari che per primi l’hanno soccorso le condizioni erano apparse subito molto gravi tanto da decidere il ricovero in rianimazione. Mastinu però non ce l’ha fatta: lascia la moglie e tanti amici che «insieme a lui condividevano la passione per la pesca e con i quali trascorreva tanti momenti in compagnia nei bar del paese e delle frazioni vicine, ora che era in pensione dopo tanti anni di lavoro come escavatorista alla ex “Itea”» - racconta chi lo conosceva.

Intorno alle 11 il 67enne era alla guida della sua auto ed era diretto da Alseno verso Fiorenzuola quando all’ingresso del paese avrebbe sbandato sulla sua destra:  ha percorso alcuni metri in un piccolo canale ai margini della strada, è risalito sulla carreggiata ma senza riuscire a riprendere il controllo del mezzo, per poi schiantarsi contro il muretto di una recinzione a protezione del cortile di un’azienda. Sarebbe questa una prima ricostruzione della dinamica effettuata dai carabinieri del Norm di Fiorenzuola intervenuti sul posto. Anche se resta da capire se all’origine dell’incidente ci sia stato un malore o una possibile distrazione da parte dell’uomo. Il 118 di Parma, allertato dagli automobilisti di passaggio che hanno assistito al tremendo impatto, ha inviato sul posto l’ambulanza infermieristica di Fiorenzuola e l’eliambulanza che si è poi occupata del trasporto all’ospedale Maggiore. Mastinu ha riportato diverse ferite e ai soccorritori sono serviti non pochi minuti per stabilizzare le sue condizioni, prima del decollo dell’elisoccorso. Sul posto sono arrivati anche i vigili del fuoco di Fiorenzuola per la messa in sicurezza dell’auto e la polizia Locale di Alseno per la viabilità.

«C’è un “vuoto” ora a Lusurasco», dice a ilPiacenza qualche conoscente di Efisio Mastinu. «Era benvoluto da tutti, molto cordiale, davvero una gran brava persona. Ultimamente non viveva più nella frazione di Alseno ma a Fiorenzuola». «Ha lavorato per tanti anni all’Itea sugli escavatori e poi come muratore nella Cooperativa Valdarda – racconta Michele Rocca -. Era sposato e una volta andato in pensione si era appassionato alla pesca, anche se ultimamente non la praticava più. Apprendere della sua “scomparsa” è un dispiacere per tanti alsenesi e non solo»

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Mio marito è stato un dono per la mia vita»

  • Provincia in lutto, se ne è andata Roberta Solari

  • Covid-19, a Piacenza continuano a calare decessi e contagi

  • Contagi in drastico calo a Piacenza: il 7 aprile 17, ieri erano 44

  • Coronavirus e decessi, i numeri non tornano: se le vittime fossero molte di più?

  • Coronavirus, contagiati anche venti minori piacentini

Torna su
IlPiacenza è in caricamento