Piacenza e provincia, salgono gli abitanti: ma il "+" è grazie agli immigrati

Bilancio demografico 2010 dell'Istat: a Piacenza c'è una crescita totale di 6,3 punti per mille residenti. Ma è grazie agli immigrati (+10) e non alla crescita naturale (-3,7). In Italia si superano i 60 milioni

E' positivo il bilancio demografico 2010 presentato in questi giorni dall'Istat per Piacenza e provincia: i dati parlano di un tasso di crescita di 6,3 per mille abitanti. Trend comunque in calo rispetto al 2009, quando il saldo fu del 7,3. E ancora inferiore al biennio precedente: 12,1 nel 2007 e oltre 15 nel 2008.

PIACENTINI "DEL SASSO" IN CALO - Ma non è merito dei piacentini. O meglio, non di quelli "del sasso", in città da generazioni e generazioni. Il segno più è prerogativa di coloro che, dall'estero, sono venuti in Emilia. Il saldo migratorio totale, infatti, è di 10 punti per mille abitanti: dato inferiore rispetto agli altri anni (quando arrivò a essere +18,8) ma pur sempre numero di tutto rispetto. Da contraltare, invece, fa la brusca frenata della crescita "naturale" a Piacenza: -3,7 punti per mille abitanti. Una media in linea con gli ultimi tre anni, sempre tra il -3,7 e il -3,2. Non sono, dunque, i figli dei piacentini che "rimpolpano" le vie all'ombra del Gotico.

ITALIANI OLTRE 60 MILIONI - Lo stesso trend si può riscontrare nei grafici nazionali. Come scrive il Sole24Ore, i residenti italiani ammontano a 56 milioni 38mila, con una riduzione di circa 67mila unità (-1,2 per mille) sullo scorso anno; sono invece 4 milioni e 563mila gli immigrati residenti, il 7,5% del totale, in aumento di 328mila unità rispetto allo scorso anno. La comunità straniera più rappresentata con circa un milione di presenze è quella romena, cui seguono l'albanese (491mila) e la marocchina (457mila). Tra i Paesi asiatici la prima comunità è la cinese, con 201mila residenti; dell'Africa sub-sahariana i più rappresentati sono i senegalesi con 77mila presenze, mentre tra gli Stati americani primeggia la comunità peruviana (95mila).

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (30)