Agriambiente Emilia Romagna

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di IlPiacenza

Il 12 giugno 2014 approda e si insedia in EMILIA ROMAGNA "AGRIAMBIENTE onlus"

​riconosciuta dal Ministero dell'Ambiente decreto n° 1994 del 04/11/2003

​Viene nominato Fiduciario Coordinatore Regionale legale rappresentante "AGRIAMBIENTE EMILIA ROMAGNA" il Dr. Massimo Granelli Ph.D. già presidente nazionale A.P.S.A. onlus - delegato nazionale estero Romania di Federitalia professionista che opera da anni in area ONLUS.

http://agriaemiliaromagna.weebly.com/​

con sede legale in Cadeo via Toscana 8 - 29010 PC - tel. 3455806960

Info e adesioni contattare sede anche per candidature a Coordinatore Provinciale


L'associazione Agriambiente opera in 11 Regioni D'italia e aderisce alla
Confederazione Nazionale Confeuro con sede a Roma
Presidente Agriambiente Nazionale
Cav. Onofrio Martorana
La sede legale Roma Via Ancona 21 (1°Piano - Int.6)
Telefono 06/44258230- 091/954785 -fax 091/8880209-
indirizzo email - info@associazioneagriambiente.it


LA STRUTTURA COORDINATA DA VERTICI NAZIONALI - REGIONALI E PROVINCIALI, E' IMPEGNATA NELLA PREVENZIONE E INFORMAZIONE AMBIENTALE, PROPEDEUTICA AL RISPETTO DELLE NORME CHE ABBRACCIANO L'INTERO MONDO DELLA FLORA E DELLA FAUNA E OPERA PRINCIPALMENTE NEI SEGUENTI SPECIFICI SETTORI DI INTERVENTO:

  • anagrafe canina, controllo dei canili e del fenomeno del randagismo di cani e gatti, epidemie degli animali;
  • tutela di parchi e giardini, verifiche antinquinamento degli scarichi pubblici e privati, controllo delle deposizioni di rifiuti anche ingombranti, tossici e pericolosi nelle aree pubbliche e private;
  • controllo della circolazione fuori strada dei veicoli a motore;
  • prevenzione e repressione dei maltrattamenti degli animali;
  • vigilanza sul patrimonio ittico e sulla disciplina dell'esercizio della pesca nelle acque interne e marine;
  • vigilanza venatoria;
  • tutela della flora, dei funghi epigei e dei prodotti di sottobosco, tutela della fauna minore;
  • controlli nei mattatoi circa i modi di abbattimento ed il rispetto delle condizioni igienico-sanitarie degli impianti;
  • controlli presso gli Istituti scientifici e farmaceutici, contro la vivisezione ed il maltrattamento degli animali; la sorveglianza si estende ai luoghi di custodia e tende ad impedire il commercio illegittimo di animali destinati alla vivisezione e il commercio degli animali esotici protetti dalla legge Washington.
Torna su
IlPiacenza è in caricamento