Forza Nuova: «Ordinanze a pioggia contro la prostituzione da strada»

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di IlPiacenza

«È inutile negarlo – interviene nuovamente Forza Nuova -, a Piacenza esistono zone della città dove tutto sembra lecito. Ci mancavano i riti voodoo da contorno alla massiccia presenza di prostitute da strada. Il giro d'affari che le mafie intascano in un anno in Italia con la prostituzione si aggira intorno ai 160 milioni di euro. Le zone interessate dalla prostituzione a Piacenza sono in espansione per questo Forza Nuova chiede al Sindaco di usare tutti gli strumenti giuridici a sua disposizione per arginare il fenomeno. Liberiamo le strade della nostra città, ogni euro alle organizzazioni criminali come la Mafia Nigeriana ne favorisce lo sviluppo criminale. Ordinanze a pioggia non come soluzione del fenomeno, ma come deterrente alla loro espansione. L'acquisto di prestazioni sessuali, non la vendita - in alcune nazioni come la Svezia - viene considerato reato e potrebbe essere la chiave di volta del problema, anche perché riaprire le case chiuse e regolarizzare la prostituzione per esempio sul modello tedesco avrebbe gli stessi effetti collaterali. In Germania ci si chiede oggi come ha scritto Der Spiegel, se la legalizzazione della prostituzione non sia stata un fallimento».

Torna su
IlPiacenza è in caricamento