Fioristi o Fiorai?

Fioristi o Fiorai?

Unioni civili, per dire "sì, lo voglio" i fiori non possono mancare

Nonostante il desiderio di non ricalcare i cliché del matrimonio tradizionale, le coppie gay non vogliono rinunciare a nulla... nemmeno ai fiori

Con la Legge 20 maggio 2016 n. 76 (cosiddetta legge Cirinnà), in vigore dal 5 giugno 2016, nel nostro Paese sono state riconosciute giuridicamente le coppie formate dallo stesso sesso. Un traguardo frutto di una discussione parlamentare lunga decenni, che ha da sempre caldamente coinvolto l'opinione pubblica. Si tratta di una conquista che recupera il ritardo dell'Italia, in tema di diritti civili, rispetto agli altri Paesi europei. Risale già al 2015, la prima fiera dedicata alle nozze fra omosessuali, Gay Bride Expo a Bologna, dove le coppie possono scegliere ogni cosa per la loro cerimonia e ricevimento, fiori, catering, fedi nuziali, abiti, wedding planner. A proposito di wedding planner l'offerta si spreca, basta digitare su Google e voilà! Decine e decine di proposte su tutte le città italiane. Non mancano le coppie straniere che scelgono il nostro Paese. 

La nostra esperienza è recente, le prime coppie che ci hanno fatto visita per decorare con i nostri fiori la loro cerimonia, sono state poche e timide. Sembra che non vogliano "esagerare", non vogliono ostentare nulla ma desiderano festeggiare all'insegna della sobrietà. Nonostante il desiderio di non ricalcare i cliché del matrimonio tradizionale, piano piano i futuri sposi decidono che non vogliono rinunciare a nulla per il giorno più bello della vita. Gli invitati sono sempre più numerosi, non si rinuncia a partecipazioni, pranzi curati, abito bianco per le spose e... naturalmente fiori. L'età media è più alta delle coppie eterosessuali, questo perché tante coppie stanno aspettando da una vita. E non è un modo di dire... c'è chi convive da 30 anni e più e vuole finalmente dire il proprio sì. Spesso la riconoscenza degli sposi è commovente, non manca chi di loro torna in negozio per stringerci la mano e dire grazie per aver reso ancora più bello il loro matrimonio.

Eccoci pronti, dunque, ad offrire i nostri servizi a tutte le coppie che vorranno dare al proprio matrimonio, un'impronta originale e non convenzionale, senza troppi "must". 

i ragazzi di KaDò flowerdesign

Fioristi o Fiorai?

Daniele e Davide, titolari del negozio KaDò Flowerdesign in via Abbadia a Piacenza, interpretano con originalità, cura e innovazione il favoloso mondo dei fiori, trasformandolo in vera e propria arte e amore per ciò che vi è di più bello

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
IlPiacenza è in caricamento