Libri piacentini

Libri piacentini

“Conversazione con Bussi e Conversazione con Brahms”

La nostra sezione Cultura, curata dal giornalista Renato Passerini, dedica questo spazio alla segnalazione e recensione di libri piacentini. Ne entrano a far parte le opere che trattano argomenti riguardanti la nostra provincia: geografici, storici, ambientali, economici, urbanistici, folcloristici, ecc.; a queste si aggiungono i libri di autori piacentini, per nascita o per adozione e i cataloghi delle esposizioni allestite sul territorio provinciale. Saggi e recensioni di amici del nostro “blog”

Oggi segnaliamo

“Conversazione con Bussi

Conversazione con Brahms”

A cura di Umberto Fava

Editore: Tipolitografia Costa Borgonovo V.T.

Pagine 72

Giugno 2017

Prezzo di copertina euro 7

Amburgo, un po’ prima del 1850 … Da suonatore ambulante, l’uomo batteva tutti i locali del porto, tirandosi dietro da una taverna all'altra, il ragazzino come si tirava dietro il contrabbasso. L'uomo portava il contrabbasso, il figlioletto i fogli di musica. "Gli insegno il mestiere, un giorno mi dirà grazie” diceva ancora l'uomo, vantandosi, esibendolo come una mercanzia al mercato.  Più che le parole del padre il ragazzino ascoltava le sue note. Non ne perdeva una. Le beveva, come suo padre beveva la birra. Poi di quando in quando il ragazzetto s'accosta alla finestra e sui vetri appannati tira le righe del pentagramma e ci fa su delle note…Il ragazzetto ha nome Johannes. Johannes Brahms.

Abbiamo liberamente riunito alcuni frammenti del libro che riprende la raffinata conversazione su Brahms, tenuta alla Famiglia Piasinteina da Umberto Fava con Francesco Bussi, il musicologo piacentino di gran razza votato alla grande musica, per evidenziare come la narrativa di Fava abbia in sé la concretezza a volte provocatoria del giornalista, unita alla leggerezza e al fascino della fantasia.

Il lettore, premette Fava, non potrà udire le risatelle divertite del professore a certe mie sortite (come quando gli dico che Brahms dovrebbe venirlo a ringraziare per tutte le attenzioni e il tempo e gli studi che gli ha dedicato), la sua arguta complicità di fronte a certe mie fantasticherie. Come quando, arrivati sulla Traun, l'affluente del Danubio dove il compositore butta pile e pile di manoscritti musicali che secondo lui gli imbrattavano la casa ... Siamo lì in riva all'acqua a rivivere l'episodio, quando il professore mi chiede improvvisamente: "Ma lei c'è stato sulla Traun ?". E io: "No, mai". "Neanch'io", fa lui.

Nelle pagine di questo libro – scrive il razdur Danilo Anelli nella introduzione - troviamo Francesco Bussi coi suoi magnifici 90 anni, con le sue opere, la passione per lo studio e il lavoro, la grande fascinazione per il compositore tedesco, ma anche altro, i ricordi, le stagioni della Scala, la sua lunga attività come critico musicale di Libertà, insomma le grandi e piccole cose di una vita, gli affetti familiari, le emozioni, gli entusiasmi. Cordiale, colloquiale, non cattedratico, spesso sorridente, qualche volta pensoso e amaro quando viene preso dalla tristezza per chi c'era al suo fianco e non c'è più ... Certo, non c'è tutto Bussi in queste paginette, non tutto della sua ricca personalità, ma c'è qualcosa di bello e di attraente che sarà affascinante rivivere assieme a lui.

La Conversazione Fava-Bussi si chiude con una "decentissima proposta" di Fava, così la definisce lui. Questa: "Se io fossi il sindaco di Piacenza - scrive Fava - per il compleanno di Francesco Bussi gli regalerei un concerto. Naturalmente di Brahms e naturalmente al Municipale. Magari musiche per 90 minuti quanti i suoi anni, come la Sinfonia n. 4 più il Concerto per pianoforte ed orchestra n. 2, due pezzi proprio da novanta. Soltanto allora questo libretto sarà davvero finito".

Non sappiamo se la "decentissima proposta" sia già arrivata in qualche modo all'orecchio della neo sindaca Patrizia Barbieri, ma sarà interessante sapere cosa succederà.

Intanto apprendiamo che "Conversazione con Bussi - Conversazione con Brahms" aprirà la sera di venerdì 29 settembre il nuovo anno sociale della Famiglia Piasinteina. La presentazione del volumetto ("un libretto tascabile - annota scherzosamente Fava - quasi come un cellulare, ma che, con tutto il Brahms e il Bussi che c'è dentro, suona assai meglio di un cellulare") sarà una nuova occasione per gustare dal vivo il revival del riuscitissimo incontro del novembre 2016. In via San Giovanni 7, a ingresso libero.

Libri piacentini

La nostra sezione Cultura, curata dal giornalista Renato Passerini, dedica questo spazio alla segnalazione e recensione di libri piacentini. Ne entrano a far parte le opere che trattano argomenti riguardanti la nostra provincia: geografici, storici, ambientali, economici, urbanistici, folcloristici, ecc.; a queste si aggiungono i libri di autori piacentini, per nascita o per adozione e i cataloghi delle esposizioni allestite sul territorio provinciale

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
IlPiacenza è in caricamento