Libri piacentini

Libri piacentini

La chiamavano Maddalena (la donna che per prima incontrò il Risorto)

La nostra sezione Cultura, curata dal giornalista Renato Passerini, dedica questo spazio alla segnalazione e recensione di libri piacentini. Ne entrano a far parte le opere che trattano argomenti riguardanti la nostra provincia: geografici, storici, ambientali, economici, urbanistici, folcloristici, ecc.; a queste si aggiungono i libri di autori piacentini, per nascita o per adozione e i cataloghi delle esposizioni allestite sul territorio provinciale

LA CHIAMAVANO MADDALENA

La donna che per prima incontrò il Risorto

Autore: VALENTINA ALBERICI

Casa editrice Paoline, Milano 

Collana: letteratura biblica

Anno di pubblicazione: 2015

Pagine 136 

Prezzo di copertina: 12,50 €

Maria Maddalena; chi era, perché quel soprannome e dove è finita la donna che per prima incontrò il Risorto? Indizi e testimonianze rilevanti, se non sorprendenti nel libro di Valentina Alberici

L’autrice. Valentina Alberici, piacentina, si è laureata in Economia Aziendale all’università Bocconi di Milano e lavora in campo informatico.  Ha esordito come autrice con “Gesù è davvero esistito? Un viaggio avventuroso sulle tracce di Gesù”, (2011), edito da San Paolo e tradotto anche all’estero. Appassionata di arte e storia, ha svolto varie ricerche in ambito storico-artistico a Bobbio e a Parma ove ora risiede.

Di Maria Maddalena – certamente la più nota fra le discepole di Gesù di Nazareth – forse non si conosce molto, ma alcune notizie a suo riguardo sembrano ormai date per acquisite. Si dà per certo, ad esempio, che il suo peculiare soprannome derivi da Magdala, cittadina situata sulla sponda occidentale del lago di Galilea, generalmente indicata come il suo luogo di origine. Di lei inoltre si suppone una malattia o un disturbo preesistente all’incontro con Gesù, dato che Gesù stesso – secondo i vangeli – l’aveva liberata da «sette demoni». Infine, se in molti concordano nell’identificare in Maria Maddalena la prima persona che ebbe il privilegio di incontrare Gesù risorto, si tende talvolta a sottolineare come questa donna – pur mossa da un esemplare amore verso il Maestro – si riveli in tale occasione piuttosto confusa. Allo stesso tempo, rispetto a questo episodio evangelico si dimentica spesso di metterne in evidenza il ruolo apostolico.

Ebbene – si legge nella prefazione dell’autrice -  al lettore si fa una sola richiesta: accantonare le  affermazioni ricorrenti sul conto della Maddalena per essere disponibile a un nuovo «atteggiamento» nei suoi confronti. Troppe volte infatti ci si accosta a questa protagonista dei racconti evangelici sulla base di informazioni che si ritengono scontate, ma che di scontato hanno soprattutto la frequenza con cui sono ripetute piuttosto che la conferma nelle fonti dalle quali si vorrebbe ricavarle. Sembra allora necessario tornare a porsi alcune domande fondamentali sul conto di questa importante discepola di Gesù e la prima riguarda il significato del suo soprannome. L’espressione «Maddalena» rimanda semplicemente a una indicazione di provenienza o cela piuttosto un significato più complesso. Un’altra questione da valutare attentamente riguarda la condizione di «indemoniata» accennata nei vangeli a proposito della Maddalena. A fronte di una simile affermazione, siamo costretti a considerare questa donna alla stregua di una ossessa o di una malata – almeno fino all’incontro con Gesù –  o sono possibili letture alternative?

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Partendo  da questi  interrogativi – che vanno a toccare alcuni aspetti rimasti stranamente nell’ombra nelle pur innumerevoli pubblicazioni uscite sull’argomento – l ’autrice compie una indagine per cercare di comprendere se e che cosa si può aggiungere alla ricerca e al dibattito su Maria Maddalena. Per le sue riposte la scrittrice si avvale di varie fonti, avendo tuttavia un occhio di riguardo per i vangeli canonici: sono proprio questi infatti – a differenza dei testi «apocrifi» scandagliati minuziosamente negli ultimi anni – a presentare ancora interessanti margini di approfondimento.

Libri piacentini

La nostra sezione Cultura, curata dal giornalista Renato Passerini, dedica questo spazio alla segnalazione e recensione di libri piacentini. Ne entrano a far parte le opere che trattano argomenti riguardanti la nostra provincia: geografici, storici, ambientali, economici, urbanistici, folcloristici, ecc.; a queste si aggiungono i libri di autori piacentini, per nascita o per adozione e i cataloghi delle esposizioni allestite sul territorio provinciale

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento