Libri piacentini

Libri piacentini

Montagna Nostra

La nostra sezione Cultura, curata dal giornalista Renato Passerini, dedica questo spazio alla segnalazione e recensione di libri piacentini. Ne entrano a far parte le opere che trattano argomenti riguardanti la nostra provincia: geografici, storici, ambientali, economici, urbanistici, folcloristici, ecc.; a queste si aggiungono i libri di autori piacentini, per nascita o per adozione e i cataloghi delle esposizioni allestite sul territorio provinciale

La parrocchia nelle case, in distribuzione il numero natalizio di "Montagna Nostra" con il calendario 2016. 

N. 4 - 2015

Editore: Parrocchia di Ferriere

Direttore responsabile Paolo Labati

Pag. 108

Stampa Ediprima, Piacenza

Dicembre 2015
 

E’ in distribuzione "Montagna Nostra" il bollettino vademecum che unisce le località dell’alta val Nure, val d’Aveto e Lardana, pubblicazione che anche questa era multimediale mantiene tutta la sua importanza informativa per i residenti, per chi nato nel territorio ed ora è lontano e per le tante persone che nel periodo estivo soggiornano nel comune di Ferriere.

La copertina di questo numero - che chiude le edizioni dell'anno 2015 e si compone di 108 pagine a colori – presenta le fotografie della squadra del Ferriere Calcio 1995 (l’anno della costituzione) e la rinata formazione 2015, avvenuta per opera di un gruppo di giovani mossi dall'idea di dare un futuro sportivo al paese. In tanti hanno lavorato per realizzare questo obiettivo, molti hanno regalato parecchio del loro tempo, per sistemare il campo e organizzare la squadra.

Ma altri ragazzi hanno elaborato ad un'idea altrettanto "folle": dar vita a una associazione sportiva dilettantistica. La nuova associazione LE FERRIERE A.S.D. accoglie a braccia aperte tutti gli atleti. Nasce anche una piccola squadra di pallavolo, formata dai ragazzi delle scuole e non. Quando il territorio è stato colpito dall'alluvione, l'evento non ha scalfito la voglia di ricominciare e rilanciare lo sport.

TRE MESI FA FURIA DEL GRONDANA E DEL NURE

L'alluvione di14 settembre ha sconvolto il nostro ambiente portando distruzione in tutta l’alta Valnure, si legge nelle pagine di Montagna Nostra, viabilità martoriata, case distrutte, attività economiche annientate: a memoria d'uomo mai un fatto così sconvolgente. Nessuno ha pianto, ma tutti, con l'aiuto generoso di tanti cittadini, amici, istituzioni, hanno reagito con la speranza che tutto ritorni come prima. Scrive Francesco Spotti, presidente della Pubblica Assistenza e della Pro Loco: «Possiamo dire che il 2015 per Ferriere e il suo già martoriato territorio è stato un Annus orribili in tutti i sensi, ma il peggio è avvenuto quando il mattino del 14 settembre sono riuscito ad aprirmi un varco nel mezzo metro di detriti accumulatisi davanti alla porta di casa e a scendere fino a Ferriere per coordinare le operazioni di soccorso sanitario di concerto con AUSL, ANPAS Provinciale e Volontari di Protezione Civile. Posso provare a immaginare i sentimenti che attraversavano l’animo di coloro che erano immersi (nel vero senso della parola) in quell’ammasso di rami, terra, sassi, acqua, fango e altro ancora e vedersi portare via dall’onda tutto quello per cui si era faticato anni. Il primo pensiero sarebbe stato di mandare tutto alla malora e lasciar perdere quanto fatto finora con fatica e sudore, però un flebile lumicino di speranza. Il tam tam del social network in questo caso è stato utilissimo: tanta gente ad aiutare a smassare, a levare fango, a lavare e asciugare ed anche chi non poteva fisicamente, alleviare con parole lo sconforto e dare un incoraggiamento a quegli sfortunati ...».

Aggiunge la Pro Loco: «Grazie all'aiuto dei numerosissimi volontari arrivati da ogni parte del nord Italia, si è immediatamente cercato di tornare a una certa normalità, lavorando senza sosta e soprattutto sperando negli aiuti economici promessi con molta enfasi da quei politici che in diverse giornate hanno voluto visionare il territorio. Come Proloco, abbiamo pensato di cogliere l'occasione di Expo 2015 e il 26 e 27 settembre per due giorni abbiamo continuato a mostrare da una parte le immagini di strade impercorribili, di ponti caduti e case non più esistenti travolti dalla violenza dell'acqua, dall'altra abbiamo promosso il fascino delle montagne ferrieresi con i luoghi e gli scorci più suggestivi. Abbiamo pubblicizzato le nostre tipicità, i piatti tradizionali, i salumi e i sapori del nostro Comune».

In questo periodo si sono generosamente impegnati per serate benefiche a favore delle esigenze della comunità, anche la corale LE FERRIERE e il Coro SAN FERMO di Carpaneto, che hanno svolto un grande servizio promozionale e ricreativo.

Nelle pagine successive della rivista tante notizie e immagini degli eventi che hanno caratterizzato il territorio negli ultimi mesi.

Allegato al periodico il calendario Montagna Nostra 2016 con le immagini delle chiese di oltre venti paesini, le dedicazioni e gli orari delle messe e l’indicazione degli eventi sul territorio dei dodici mesi dell'anno che verrà. 

Libri piacentini

La nostra sezione Cultura, curata dal giornalista Renato Passerini, dedica questo spazio alla segnalazione e recensione di libri piacentini. Ne entrano a far parte le opere che trattano argomenti riguardanti la nostra provincia: geografici, storici, ambientali, economici, urbanistici, folcloristici, ecc.; a queste si aggiungono i libri di autori piacentini, per nascita o per adozione e i cataloghi delle esposizioni allestite sul territorio provinciale

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
IlPiacenza è in caricamento