menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Africa Mission, due container di aiuti in partenza per l'Uganda

In questo fine settimana i volontari di Africa Mission - Cooperazione e Sviluppo hanno caricato 24mila kg di aiuti destinati al Paese africano. Un nuovo appello del direttore Ruspantini: "Cerchiamo materiale antinfortunistico e attrezzature per officina da spedire in Uganda"

In questo fine settimana i volontari di Africa Mission - Cooperazione e Sviluppo hanno caricato 24mila kg di aiuti destinati al Paese africano. Un nuovo appello del direttore Ruspantini: “Cerchiamo materiale antinfortunistico e attrezzature per officina da spedire in Uganda”. Legumi, sale, olio riso, zucchero, pasta e farina. Ma anche cancelleria, sapone, vestiario, due cucine economiche e due poltrone per studio dentistico, materiale per la perforazione e materiale sportivo. Sono gli aiuti destinati all’Uganda che i volontari di Africa Mission - Cooperazione e Sviluppo hanno caricato in questo fine settimana nella sede piacentina di via Martelli. Gli aiuti provengono dalla 35° edizione della raccolta viveri realizzata nel periodo pasquale dal Gruppo di Bolzano di Africa Mission - Cooperazione e Sviluppo, oltre che da diversi donatori di varie parti d’Italia, tra cui Piacenza. Lunedì 21 marzo i due container, caricati con circa 24.000 chilogrammi di aiuti, inizieranno il loro viaggio verso l’Uganda, dove verranno destinati ai missionari e ai progetti gestiti direttamente da Africa Mission - Cooperazione e Sviluppo nella capitale Kampala e a Moroto, nella regione del Karamoja. I volontari della Ong - una sessantina di persone in tutto, tra cui 21 lupetti del gruppo scout Mede 1 (provincia di Pavia) e oltre 15 giovani provenienti da Podenzano (PC) hanno iniziato l’allestimento del container nella mattinata di sabato 19 e nella giornata di domenica 20 il servizio è stato ultimato caricando entrambi i container.

“Grazie a tutte le persone che ci stanno aiutando in questo grande sforzo di solidarietà - dice il direttore della Ong piacentina, Carlo Ruspantini - Questi momenti sono un’occasione preziosa per dare una mano concretamente alla popolazione ugandese, ma anche per condividere insieme il percorso di solidarietà che da quarant’anni Africa Mission - Cooperazione e Sviluppo sta portando avanti nel continente africano. Il nostro grazie va a tutte le persone che ci aiutano in questo nostro impegno. Cogliamo inoltre l’occasione per lanciare un nuovo appello: in Uganda i nostri collaboratori, impegnati nella perforazione dei pozzi per l’acqua potabile e nella loro riabilitazione, necessitano di materiale antinfortunistico. Abbiamo bisogno inoltre di attrezzature e materiali per officine meccaniche e carpenterie metalliche, come trapani, torni, saldatrici, chiavi di vario tipo, smerigliatrici, sollevatori. Facciamo appello quindi alle imprese locali che producono e commercializzano materiale antinfortunistico e a chi ha dismesso attrezzature per officine meccaniche o carpenterie. Ci interessano rimanenze di magazzino o anche materiale usato ma in buono stato di funzionamento”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento