menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Auto impazzita e aggressione agli agenti, condannato un 26enne

Notte folle di un piacentino a Cremona. Ha distrutto gli arredi urbani, si è rifiutato di sottoporsi all’alcoltest e alla fine è stato arrestato

Gira per la città, distrugge fioriere e la recinzioni, poi aggredisce gli agenti della polizia locale che al termine della colluttazione lo hanno arrestato. È costata cara a piacentino di 26 anni la notte brava a Cremona, la sera del 21 luglio. Dopo la condanna al processo con rito direttissimo, era accusato di resistenza e si è rifiutato di sottoporsi all’alcoltest, gli è stata ritirata la patente. Il giovane ha cominciato il suo raid da via Giordano dove, diretto in piazza Cadorna, ha travolto la segnaletica che delimitava un cantiere. All’incrocio con via Del Sale, il conducente ha distrutto parte dell’arredo urbano, gli archetti parapedonali, poi si è diretto verso via Fulcheria, dalla parte del Bocciodromo, dove ha divelto la recinzione di un vialetto. L’urto gli ha bucato uno pneumatico, impedendogli di proseguire. Per fortuna nessun pedone è rimasto coinvolto. Intanto, erano intervenuti gli agenti della polizia locale guidati dal comandante Pierluigi Sforza, che hanno braccato l’autista. Il 26enne prima si è rifiutato di essere sottoposto all’alcoltest e poi ha aggredito uno degli agenti, che è poi ricorso alle cure dei medici del pronto soccorso, riportando 6 giorni di prognosi. Alla fine il piacentino è stato arrestato con l’accusa di resistenza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Usb: «Non saremo con i Si Cobas davanti alla Cgil»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento