Blocco dei camion e sciopero alla “Farnese Multiservice”: «Vogliamo i nostri arretrati»

Braccia incrociate per un gruppo di lavoratori dell’azienda di Grazzano Visconti, nel comune di Vigolzone: «A una decina di noi mancano sette mesi di stipendio, tredicesima e quattordicesima. Carichi di lavoro pesanti, soprattutto per le donne»

Hanno incrociato le braccia e fermato anche qualche tir in entra e uscita dall’azienda. Nella mattinata del 23 maggio un gruppo di lavoratori della “Farnese Multiservice” – azienda cooperativa che ha la sua sede nell’area industriale di Grazzano Visconti e si occupa di confezionamento del vetro – ha dato vita a uno sciopero, richiamando l'attenzione anche dei carabinieri, presenti sul posto. Alcuni scioperanti poi hanno deciso di entrare ugualmente in azienda per portare avanti le proprie mansioni, mentre all’esterno hanno proseguito l’iniziativa i lavoratori vicini al sindacato “Si Cobas”. «A una decina di noi – ha motivato la protesta Bruno Scagnelli del sindacato Si Cobas – mancano sette mesi di stipendio, la tredicesima e quattordicesima del 2017. In più ci trattengono alcune quote associative». Il Si Cobas promette di continuare la protesta anche prossimamente: lo sciopero di questa mattina forse ha portato a qualche risultato. L’azienda sembra che si sia impegnata a pagare nei prossimi giorni una mensilità. Ma la preoccupazione, tra i lavoratori, rimane: «A molti di noi non hanno prolungato il contratto». I lavoratori, esasperati, contestano anche il carico di lavoro, basato su turni di otto ore. «Abbiamo tutti problemi di salute legati alla pesante attività lavorativa – spiegano alcuni di loro, in prevalenza di nazionalità straniera -. Le donne hanno un contratto di pulizie e sono costrette a lavori pesanti nel trasporto merci e in tanti abbiamo seri problemi con la schiena. Non ci aiutano con le attrezzature, dobbiamo procurarci noi tutto il vestiario necessario per lavorare in sicurezza e in più fanno fare gli straordinari ai lavoratori vicini ai SiCobas: è una beffa, oltre a non darci gli arretrati ci fanno fare più straordinari rispetto agli altri».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

Torna su
IlPiacenza è in caricamento