Campo sportivo vecchio, 101 cittadini presentano un progetto di riqualificazione e decoro urbano

È stata presentata al sindaco di Piacenza una proposta di riqualificazione e decoro urbano promossa e sottoscritta da cittadini proprietari e residenti del quartiere Campo Sportivo Vecchio

È stata presentata al sindaco di Piacenza una proposta di riqualificazione e decoro urbano promossa e sottoscritta da cittadini proprietari e residenti del quartiere Campo Sportivo Vecchio. Si tratta di 101 cittadini, residenti e proprietari delle abitazioni situate nel Quartiere Campo Sportivo Vecchio hanno sottoscritto una petizione e presentato al Comune di Piacenza una richiesta e proposta di intervento allo scopo di riqualificare l’area compresa tra le vie Tononi, Nicolodi, Ancillotti, Cerri. La proposta era stata anticipata al sindaco Dosi già prima delle elezioni, ad aprile 2017. A settembre è stata trasmessa anche al nuovo sindaco Barbieri da cui è tutt’ora attesa una risposta, unitamente all’invito ad organizzare un incontro in cui presentare e discutere preliminarmente più in dettaglio i contenuti del progetto. Nella richiesta inviata alle autorità cittadine è indicata la motivazione alla base della petizione, volta a migliorare le precarie condizioni dell’area: «L’area in questione è gravemente degradata, si presenta come una spianata di asfalto soffocata quotidianamente dal parcheggio selvaggio di una moltitudine di auto anche di non residenti. Inoltre in estate si trasforma in una distesa arroventata. Tale degrado trasmette un senso di malessere e disarmonia ed è negativo per il benessere di chi vi abita».

La proposta presentata al sindaco descrive un'ipotesi preliminare di intervento che prevede la sistemazione urbanistica dell’area coinvolta ed in particolare la piantumazione con alberi e la razionalizzazione degli spazi di parcheggio, con l’obbiettivo ovviare ai problemi che la situazione attuale presenta. «A febbraio 2017 – spiega Davide Auricchio, che ha promosso l’iniziativa e la raccolta firme -  ho deciso di avviare il progetto sottoponendolo all’attenzione degli abitanti del quartiere per verificare se anche altri condividessero con me il senso di malessere e disarmonia trasmesso dal degrado ed abbandono dell’area oggetto della proposta e la volontà di attivarci personalmente e in concreto per sensibilizzare le autorità e cercare di porre rimedio alla situazione.

Attraverso le firme raccolte e l’incoraggiamento ricevuto ho potuto verificare effettivamente che esiste un forte interesse da parte della maggioranza degli abitanti del quartiere per la realizzazione del progetto di rinnovamento. La proposta di intervento presentata al Sindaco, non ha fatto che tradurre in un’azione comune il vissuto ed il desiderio di riqualificazione che i singoli cittadini firmatari percepiscono intensamente ma che non avevano avuto modo di esprimere sino a quel momento. I residenti hanno elevate aspettative nei confronti delle autorità preposte, alla luce dell’urgenza di rendere più vivibile e di migliorare il decoro di un quartiere prossimo al centro cittadino ed a elevata densità abitativa. I sottoscrittori della petizione auspicano che alla luce della sensibilità che il Sindaco Barbieri ha mostrato per il tema del decoro e della riqualificazione urbana e coerentemente con programma che lo ha portato a prevalere nelle recenti elezioni, vengano attivate quanto prima le risorse del Comune per effettuare una valutazione approfondita e tempestiva del progetto».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

Torna su
IlPiacenza è in caricamento