rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca

In carcere per violenza sessuale devasta la cella, condannato a sei mesi

Il suo avvocato, Antonino Rossi ne ha aveva chiesto l’assoluzione e una perizia psichiatrica, il pm aveva chiesto 8 mesi, il giudice invece l’ha condannato a sei mesi

In sette anni è stato in 23 carceri diversi. Dietro le sbarre c’era finito perché condannato per violenza sessuale nei confronti un’attrice durante le riprese di un film porno e doveva scontare la pena. In tribunale il 3 novembre è comparso in tribunale invece per resistenza e violenza a pubblico ufficiale e danneggiamento. Durante la sua permanenza alle Novate è accusato di aver distrutto alcuni arredi e oggetti. Il suo avvocato, Antonino Rossi ne ha aveva chiesto l’assoluzione, il pm aveva chiesto 8 mesi, il giudice invece l’ha condannato a sei mesi. La difesa ha sottolineato come l’uomo, di Genova, aveva già danneggiato altre celle in altri istituti penitenziari, che si trova nel reparto psichiatrico nel carcere di Reggio Emilia e che è in corso la revisione del procedimento per violenza sessuale perché la vittima avrebbe ritrattato tutto, questa situazione gli avrebbe provocato un grave scompenso mentale che gli farebbe perdere la consapevolezza di ciò che fa. Per questo Rossi aveva chiesto anche una perizia psichiatrica, istanza che però è stata negata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In carcere per violenza sessuale devasta la cella, condannato a sei mesi

IlPiacenza è in caricamento