rotate-mobile
Cronaca Via Colombo / Via Cristoforo Colombo

Vendevano cocaina ai clienti del transessuale, arrestati

In manette due giovani ecuadoriani residenti a Piacenza che spacciavano nella zona tra via Colombo e via Trento. I clienti li procacciava un transessuale brasiliano che abita nella zona

Mentre mangiavano un panino davanti al chiosco, intanto ne approfittavano per spacciare un po' di cocaina ai clienti di un transessuale i quali, prima di essere ricevuti, volevano caricarsi con un po' di droga da sniffare. E' così che sono stati arrestati due ecuadoriani di 29 e 32 anni, residenti in città, che sono accusati di spaccio di sostanze stupefacenti.

«Vendevano cocaina a 80 o 90 euro per dose, I clienti glieli procacciava lo stesso transessuale brasiliano che probabilmente poi aveva una percentuale sulle dosi vendute» spiega il capitano Rocco Papaleo che si è occupato delle indagini. Dopo qualche mese di attività investigativa, i carabinieri hanno ottenuto le ordinanze di custodia cautelare: per uno in carcere, per l'altro invece agli arresti domiciliari. In tutto sono stati sequestrati una ventina di grammi di cocaina.

Nel complesso i carabinieri del nucleo investigativo hanno fermato e interrogato una ventina di clienti (tutti piacentini) del transessuale, che ha 28 anni e si prostituisce in un appartamento nella zona tra via Colombo e via Trento. Tutti hanno confermato di aver acquistato la cocaina dai due ecuadoriani prima di salire in casa per avere rapporti con il viado. «Le cessioni spesso avvenivano vicino a qualche chiosco di panini della zona, con la scusa di mangiarsi un panino» ha spiegato il capitano Papaleo, che prosegue: «Continueremo con il monitoraggio della comunità ecuadoriana che di recente ha iniziato a guadagnarsi una fetta del mercato dello spaccio piacentino cercando di soppiantare gli albanesi e i marocchini».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vendevano cocaina ai clienti del transessuale, arrestati

IlPiacenza è in caricamento