Fermati in autostrada, avevano un chilo e mezzo di droga in auto

Un albanese di 27 anni e una donna di 44 sono stati bloccati ieri pomeriggio per un normale controllo dagli agenti della sezione di polizia stradale di Piacenza nord: lo straniero aveva addosso un panetto da circa un chilo e mezzo di cocaina, per un valore di circa 10mila euro. Sono stati arrestati entrambi

Ancora arresti per droga sul tratto piacentino dell'autostrada del Sole, a conferma del crocevia strategico per il passaggio degli stupefacenti da nord verso il centro. Questa volta a finire in manette sono stati un albanese di 27 anni e una donna di 44 che sono stati bloccati ieri pomeriggio per un normale controllo dagli agenti della sezione di polizia stradale di Piacenza nord. Lo straniero aveva addosso un panetto da circa un chilo e mezzo di cocaina, per un valore di circa 10mila euro. Per entrambi sono scattate le manette per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Il brillante arresto è scaturito da un normale controllo effettuato da una pattuglia di Guardamiglio. Gli agenti stavano percorrendo la carreggiata Sud quando, qualche chilometro prima del casello di Piacenza Nord, hanno notato una vettura sospetta, e non hanno esitato a intimare l'alt.

  Il giovane, molto agitato, aveva un panetto di cocaina tra la maglietta e i pantaloni  

L'auto si è quindi accostata e gli agenti hanno proceduto con i controlli di rito. Entrambi - spiega la polizia - hanno però mostrato una atteggiamento alquanto nervoso, in particolare il 27enne. Gli agenti lo hanno quindi perquisito, ma è bastato toccarlo appena all'altezza del ventre per scoprire che sotto ai vestiti, tra la maglietta e i pantaloni, aveva circa un chilo e mezzo di droga.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La cocaina era ancora compressa in un panetto unico avvolto nel cellophane, e avrebbe potuto fruttare almeno 10mila euro se venduta al dettaglio. La polizia sospetta che i due fossero di ritorno dopo aver acquistato lo stupefacente nella zona dell'hinterland milanese. Il ragazzo, domiciliato ad Arezzo, è stato portato in carcere a Lodi, mentre la donna, residente vicino a Frosinone, si trova nel carcere piacentino delle Novate. Entro domani dovrebbe già tenersi la convalida dell'arresto davanti al gip.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Scontro Cavanna-Burioni sull’utilizzo della idrossiclorichina per combattere il Covid

  • Travolto da un Tir mentre cammina al buio sul cavalcavia, 24enne in fin di vita

  • Frontale lungo la Provinciale, muore in auto di fianco alla moglie

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

  • Ha una relazione con l'allieva, lei lo perseguita e lui la denuncia per stalking

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento