Cronaca Porta Galera / Via Mignone

Getta cellulare e droga in un giardino poi citofona per riaverli

In via Mignone. Il magrebino proprietario del cellulare e probabilmente della droga pensava di riavere indietro anche l'etto di hascisc e invece il padrone di casa ha chiamato la polizia mettendolo in fuga

«Ho perso il cellulare nel tuo giardino puoi recupermelo?», questo si è sentito dire un cittadino da un magrebino che qualche giorno fa gli ha suonato al citofono, peccato che nel giardino non ci fosse solo il cellulare ma anche un panetto di hascisc di un etto. Il padrone di casa li ha raccolti entrambi ed è tornato dallo straniero e gli ha chiesto se fosse suo anche il panetto, a quel punto il magrebino si è dileguato avendo capito che l'uomo stava per chiamare la polizia. E così infatti ha fatto. Sul posto sono arrivate le volanti e la squadra mobile. Le indagini sono in corso. Probabilmente l'uomo si era sbarazzato di entrambe le cose poco prima forse per aver visto una pattuglia passare e si è spaventato per un possibile controllo. «Ancora una volta un cittadino che prontamente ha chiamato il 113 e ha permesso il recupero di un etto di droga. Raccomandiamo sempre di chiamare la polizia anche per una semplice segnalazione o un dubbio: noi ci siamo sempre e siamo al servizio della comunità», fa sapere il capo di Gabinetto della questura, Filippo Sordi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Getta cellulare e droga in un giardino poi citofona per riaverli

IlPiacenza è in caricamento