menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gli notificano i domiciliari e in casa gli trovano una carabina e 60 cartucce: denunciato

A Castelsangiovanni. Nei guai un 66enne che già doveva scontare due mesi per aver minacciato con un falcetto un vicino di casa. I carabinieri nella notifica dell'atto hanno trovato la carabina e cartucce non registrate

Nel pomeriggio del 21 gennaio i carabinieri di Castelsangiovanni hanno dato esecuzione ad un ordine di carcerazione emesso dall’Ufficio di Sorveglianza di Reggio Emilia nei confronti di un pensionato 66enne piacentino che doveva scontare due mesi ai domiciliari. Il pensionato, infatti era stato condannato perché nel 2016 con un falcetto aveva minacciato gravemente un suo vicino di casa. I militari sono andati a casa dell'uomo per notificargli l'atto hanno trovato in soggiorno una carabina calibro 12, senza marca e modello, 46 cartucce dello stesso calibro e altre 14 cartucce calibro 36 che non erano state regolarmente denunciate. L’arma e le munizioni sono state subito sequestrate. Mentre il 66enne, dopo essere stato sottoposto alla detenzione domiciliare a seguito dell’ordinanza  è stato contemporaneamente denunciato per detenzione illegale di armi e munizioni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

«Il giardino di via Negri è un ritrovo di spacciatori»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento