rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Cronaca

L’Adunata a L’Aquila: mille penne nere piacentine presenti

Durante la sfilata è apparso uno striscione tricolore di 99 metri simbolo della volontà del capoluogo abruzzese di organizzare l'evento

Circa 300 mila le persone che all'Aquila hanno seguito la sfilata nel terzo giorno dell'88a Adunata nazionale degli Alpini sotto un sole caldo e con temperature oltre i 25 gradi. Un corteo fiume, durato oltre 10 ore, dalle 9 circa fino dopo le 19.  Ad aprire la sfilata la fanfara della Brigata Alpina Taurinense, seguita dal comandante di reggimento colonnello Massimo Iacobucci e due delle compagnie storiche del Battaglione Alpini L'Aquila, la 143 e la 108. , poi i gruppi di penne nere da tutta Italia e anche il tricolore lungo 99 metri. Applausi continui dalle migliaia di persone assiepate dietro le transenne lungo il percorso. Il ministro della Difesa, Roberta Pinotti, ha sfilato insieme al comandante delle truppe alpine, generale Federico Bonato. Come è tradizione degli Alpini anche la manifestazione di quest’anno è stata bella, coinvolgente e ben organizzata. Gioia, allegria e valori hanno riempito la città e  diffuso un messaggio di speranza, quello che pur tra mille difficoltà dell’attuale momento sociale e politico le nostre Comunità hanno ancora solide basi per continuare ad andare avanti.

Un migliaio le penne nere piacentine che hanno sfilato  con il presidente Roberto Lupi,  il past presidente Bruno Plucani e il consigliere nazionale Roberto Lupi. Dodici i12 sindaci tra i quali Paolo Dosi con l’assessore Silvio Bisotti, il primo cittadino di Lugagnano Jonatan Papamarenghi, Massimo Castelli di Cerignale, il presidente della Provincia Francesco Rolleri e l’assessore regionale Paola Gazzolo.

adunata 2015 due-2 adunata 2015 quattro-2 adunata 2015 sindaci-2 adunata 2015 uno-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’Adunata a L’Aquila: mille penne nere piacentine presenti

IlPiacenza è in caricamento