Le butta una coperta addosso e la riempie di pugni, 40enne a processo

E’ cominciato nella mattinata del 14 settembre, il processo a un romeno di 40 anni accusato di lesioni aggravate nei confronti della moglie. I fatti risalgono al 2011 e sono avvenuti in città

Ha picchiato la moglie e una volta lo ha fatto coprendola con una coperta e poi riempiendola di pugni nella schiena. Il tutto davanti al figlio di due anni. E’ cominciato nella mattinata del 14 settembre, il processo a un romeno di 40 anni accusato di lesioni aggravate nei confronti della moglie (oggi i due sono separati). I fatti risalgono al 2011 e sono avvenuti in città, dove i due tuttora vivono e lavorano. Il giudice Luca Milani, pubblico ministero Sara Macchetta, ha ascoltato alcuni testimoni, tra cui la vittima e i carabinieri che hanno svolto le indagini. Lei, che si è costituita parte civile con l’avvocato Francesco Monica, ha raccontato che alla base delle aggressioni c’era la gelosia e che in più occasioni, il marito l’aveva picchiata. La donna aveva anche sporto diverse denunce, ma la procura aveva aperto un inchiesta dopo il pestaggio avvenuto con la coperta e che era costato alla donna la visita al pronto soccorso e una prognosi di dieci giorni. Episodio raccontato in aula anche dai carabinieri che erano intervenuti e che avevano trovano la romena a terra, con la coperta sulle spalle, mentre piangeva e aveva con sé il figlio piccolo. L’uomo era stato arrestato per maltrattamenti in famiglia, poi la procura modificò le accuse in lesioni aggravate. Il processo è stato rinviato e nella prossima udienza saranno ascoltati altri festini e l’imputato, difeso dall’avvocato Andrea Bazzani.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • L'annuncio di Bonaccini: «La regione torna “zona gialla” da domenica»

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • Il divieto di spostamento tra comuni non piace a nessuno: «Così non potranno vedersi genitori e figli»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento