Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca

Minaccia con un coltello gli amici del ladro del suo cellulare, condannato

Un anno e 4 mesi a un piacentino (il pm aveva chiesto 2 anni e 4 mesi) che avrebbe mostrato un coltello ai due ritenendoli amici di un terzo che gli avrebbe rubato il cellulare

Immagine di repertorio

Avrebbe minacciato due egiziani con un coltello, per riavere un cellulare che, a suo dire, gli era stato rubato giorni prima da un loro amico. I due, invece, hanno affermato che era stato il piacentino ad avere con loro un debito per una dose di droga non pagata. I giudici del collegio presieduto da Gianandrea Bussi, però, hanno ritenuto verosimile l’accusa, tentata rapina, del pm Antonio Colonna, e lo hanno condannato a un anno e 4 mesi. La pubblica accusa aveva chiesto due anni e tre mesi. Il difensore, invece, l’avvocato Massimo Brigati, ha chiesto l’assoluzione perché non ci sarebbero stati gli estremi del reato. La vicenda aveva preso il via, nel 2016, cominciando in via Roma e terminando in via dei Pisoni. Il giovane avrebbe avvicinato i due egiziani, chiedendo loro soldi per il cellulare che gli era stato rubato da un loro amico. E aveva fatto questa richiesta mostrando loro un coltellino che aveva una lama di 5 centimetri. Gli egiziani se ne erano andati, ma lui li aveva seguiti in bicicletta, chiedendo addirittura ad alcuni passanti di chiamare la polizia per fermare la coppia di immigrati. Invece, a finire nei guai è stato lui, denunciato dai due egiziani. Secondo Brigati, il comportamento del giovane, inseguendo i due in bicicletta, non sarebbe stato univoco né sarebbe stato idoneo a configurare il reato. Minaccia con un coltello gli amici del ladro del suo cellulare, condannato a un anno e quattro mesi

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minaccia con un coltello gli amici del ladro del suo cellulare, condannato

IlPiacenza è in caricamento