Palpano e toccano una 13enne a Milano Bovisa, arrestati a Piacenza

A fine settembre, sul treno Saronno-Varese, quattro rumeni infastidirono, palparono e toccarono una 13enne di Varese. Vennero identificati e fotosegnalati. Il 17 novembre il tribunale di Milano firma per loro l'ordinanza di custodia cautelare in carcere: due di loro, due giorni dopo, sono bloccati alla stazione di Piacenza dalla polfer, nonostante tentino di dileguarsi

Due dei quattro rumeni che, lo scorso settembre, importunarono e palparono una 13enne di Varese sul treno Saronno-Varese, sono stati fermati e arrestati alla stazione di Piacenza con l'accusa di violenza sessuale su minore di 14 anni. Gli stranieri, di 20 e 18 anni, risiedono nel Milanese.

UNA COMPAGNIA FASTIDIOSA - L'intervento è stato effettuato dalla polfer piacentina, ed è stato reso noto questa mattina in questura (nella foto, a destra, il capo di gabinetto Girolamo Lacquaniti). L'episodio risale a due mesi fa. Verso le 21, sul treno Saronno-Varese, salirono quattro ragazzi rumeni che adocchiarono e si sedettero vicino a una ragazzina 13enne di Varese. Una compagnia che iniziò a diventare insopportabile per la giovane.
  La 13enne tentò di cambiare scompartimento, ma i quattro la seguirono. Due sono stati fermati a Piacenza  

I PALPEGGIAMENTI
- I giovani, infatti, cominciarono a dileggiarla e fare apprezzamenti spinti. La 13enne, esausta, decise di cambiare scompartimento. La mossa non sortì l'effetto sperato. Loro la seguirono, e, una volta rimasti soli nel locale del treno, cominciarono a palparla e toccarla. La giovane, sotto shock e spaventata, riuscì a divincolarsi e chiedere aiuto ad altri passeggeri. I quattro, immaginando l'accorrere di altre persone, scesero a Milano Bovisa.

FOTOSEGNALATI - La ragazza riuscì a fare una descrizione dettagliata dei suoi aggressori. I quattro vennero immediatamente rintracciati, identificati e fotosegnalati dalla polfer milanese, ma non arrestati, poichè mancavano gli estremi per l'arresto in flagranza. Il 17 novembre scorso, dopo le indagini e le testimonianze, il tribunale di Milano attraverso il gip emette la misura di custodia cautelare in carcere per violenza sessuale.

L'ARRESTO A PIACENZA - Due giorni dopo, due degli stranieri sono bloccati dalla polizia ferroviaria piacentina in stazione, sull'atrio del salone-biglietteria. Con ogni probabilità, avuta notiza del provvedimento d'arresto, hanno pensato di sparire per un po'. Azione che non ha avuto fortuna, visto il pronto intervento della polfer. Entrambi gli arrestati, senza lavoro, risiedono a Milano.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta in moto contro un'auto che fa inversione, giovane all'ospedale

  • Norme anti covid, multati due locali aperti dopo mezzanotte. Nei guai anche un cliente senza mascherina

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Travolto da un Tir mentre cammina al buio sul cavalcavia, 24enne in fin di vita

  • Ennesimo tragico infortunio sul lavoro, agricoltore muore schiacciato dal trattore

  • Ladri sfondano l'ingresso e portano via le bici da corsa, fallisce il colpo da Raschiani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento