«Piero ora può sciogliere le vele e passare a vita migliore»

Una cerimonia religiosa semplice e partecipata ha accompagnato Piero Prati all’ultima dimora terrena

Una cerimonia religiosa semplice e partecipata ha accompagnato Piero Prati all’ultima dimora terrena. Ma la vita non finisce qui, ha scandito monsignor Pietro Casella, perché l’anima è immortale e siede vicino a Dio. Accompagnato nella messa da don Bruno Crotti, Casella ha celebrato nella mattinata del 20 luglio le esequie di Piero Prati nella basilica di Sant’Eufemia «che tanto piaceva a Piero». L’ultimo direttore della famiglia Prati a condurre l’Albergo Roma è stato salutato da molti parenti e amici. Assorta la sorella Elena, con il marito e i figli al fianco. Dietro di loro i tre più cari amici di Piero che non lo hanno mai lasciato solo. Elena è stata circondata dall’affetto dei tanti che sono intervenuti e che le hanno porto le condoglianze. Piero è stato definito da Casella «poliedrico, un buon cristiano che ha fatto molto per questa basilica e per questo lo ringrazio non una, ma tre volte». Tra le personalità presenti, anche l’ex sindaco Paolo Dosi. Casella ha iniziato la messa ricordando Prati, che «ora può scioglier le vele e passare a vita migliore» facendo riferimento al grande amore per il mare di Piero. Al termine, il corpo di Piero è stato trasportato al cimitero.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • L'annuncio di Bonaccini: «La regione torna “zona gialla” da domenica»

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • Il divieto di spostamento tra comuni non piace a nessuno: «Così non potranno vedersi genitori e figli»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento