rotate-mobile
Venerdì, 12 Agosto 2022
Cronaca Galleana / Via Lorenzo Foresti

«Servono 5mila euro per liberare suo figlio» ma la donna non ci casca e chiama la polizia

«Suo figlio è finito nei guai per droga. Deve venire in questura e portare 5mila euro come cauzione». Con questa scusa una donna è stata avvicinata in via Foresti da un truffatore, ma la signora non ci è cascata e ha chiamata la poliza

«Suo figlio è finito nei guai per droga. Deve venire in questura e portare 5mila euro come cauzione». E’ una scusa davvero poco credibile quella che un truffatore ha utilizzato questa mattina, 21 marzo, per provare a raggirare una donna piacentina, la quale però ha finto di abboccare al tranello, ma quando è salita in casa ha chiamato la polizia sul serio. All’arrivo della volante però il malvivente si era già allontanato, probabilmente sospettando di essere stato scoperto.

Il truffatore ha avvicinato la donna in via Foresti, nella zona della Galleana, qualificandosi come poliziotto in borghese. Lo sconosciuto, parlando con la donna, ha dimostrato di conoscerla parlandole di alcune vicende personali, dopodiché le ha spiegato che suo figlio era stato arrestato dalla polizia, e che per farlo uscire dal carcere in breve sarebbe dovuta andare con lui in questura portando con sé 5mila euro di cauzione. Il truffatore si è anche offerto di accompagnarla in banca a prelevare il denaro. La donna però, immaginando di essere davanti a un impostore, è stata al gioco e con la scusa di salire in casa a prendere il denaro che aveva in casa, è riuscita ad allontanarsi e a telefonare al 113 fornendo una descrizione del truffatore. Dopo pochi minuti è arrivata sul posto la volante della questura, ma lo sconosciuto  - temendo di essere stato scoperto - si era già allontanato facendo perdere le proprie tracce.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Servono 5mila euro per liberare suo figlio» ma la donna non ci casca e chiama la polizia

IlPiacenza è in caricamento