«Sono sola con due bimbe piccole e non ho cibo», i carabinieri le portano latte e pannolini

Il gesto di due carabinieri di Fiorenzuola. La donna, sola in casa con una neonata e la sua sorellina, era senza beni di prima necessità per le piccole. Ha chiesto aiuto al 112 e prontamente è stata soccorsa

La borsa con i beni di prima necessità che i carabinieri hanno donato alla donna

Dietro le divise ci sono figli, mariti, padri. E gli uomini che la indossano, in questo caso che vi raccontiamo, portano sempre con loro il significato di famiglia e solidarietà. Ne è prova il gesto di due carabinieri in forza all’Aliquota radiomobile della Compagnia di Fiorenzuola. Una donna, in casa con due figlie piccole e senza beni di sostentamento, chiama il 112 per chiedere aiuto. Non ha più niente. Ma la telefonata arriva di sera, i negozi sono tutti chiusi ed è troppo tardi per riuscire a recuperare qualcosa da portarle. I militari però non lasciano sola la madre, pensano che anche loro hanno dei figli e che nelle proprie abitazioni potrebbero trovare qualcosa da offrirle. Si ripresentano da lei pochi minuti dopo con il necessario per sfamare e cambiare le piccole.

Protagonisti di questa storia sono Salvatore Russo e Davide Greco, rispettivamente vicebrigadiere e appuntato scelto dell’Arma dei carabinieri. Erano loro in turno sulla gazzella del Radiomobile alle 23 di giovedì 27 agosto quando la loro centrale operativa riceve al 112 la richiesta di aiuto di una donna algerina di Roveleto di Cadeo. «Sono sola in casa con due bimbe piccole e non ho niente per loro» - avrebbe detto la madre quando ha telefonato alla caserma di Fiorenzuola. Un episodio analogo pare si fosse già verificato ad inizio mese. Allora in casa con loro c’era il marito che poi aveva provveduto subito agli acquisti necessari per la moglie e le figlie. Questa volta erano sole: l’uomo pare fosse uscito la mattina, dicendo che forse sarebbe rientrato il giorno dopo, senza lasciare qualcosa in casa per consentire alla donna di dare da mangiare alle piccole di un anno e sedici mesi, che piangevano e avevano fame. Mancavano anche i pannolini per cambiarle. Alla richiesta di aiuto della donna sono arrivati i carabinieri per accertarsi della situazione. Nessun episodio di violenza, soltanto la mancata cura della propria famiglia, che potrebbe costare all’uomo ripercussioni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Uno dei due militari intervenuti, anche lui con un figlio di pochi anni, con il collega è andato a casa e insieme hanno preparato una borsa con latte, omogenizzati e pannolini da portare alla donna. Giusto il necessario per il loro sostentamento, nell’attesa che rincasasse il marito. Li ha ringraziati, così come hanno fatto i loro comandanti a fine turno. Ora il loro lavoro è finito, proseguirà quello dei colleghi della Stazione di Fiorenzuola per accertare eventuali responsabilità. Mentre a prendersi carico della famiglia saranno i Servizi sociali del Comune di Cadeo, già informati dai carabinieri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro tra due camion in autostrada, muore 56enne piacentino

  • Si schianta in moto contro un'auto che fa inversione, giovane all'ospedale

  • Norme anti covid, multati due locali aperti dopo mezzanotte. Nei guai anche un cliente senza mascherina

  • Ennesimo tragico infortunio sul lavoro, agricoltore muore schiacciato dal trattore

  • Ladri sfondano l'ingresso e portano via le bici da corsa, fallisce il colpo da Raschiani

  • Come non sporcare la mascherina con il trucco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento