Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca Porta Galera / Piazzale Guglielmo Marconi

Spaccò il naso a un poliziotto, patteggia e torna libero

Un immigrato del Mali di 22 anni, in Italia con il permesso di soggiorno per motivi umanitari. Sul giovane anche una perizia psichiatrica: è in grado di intendere e di volere

Ha patteggiato 8 mesi ed è tornato in libertà il 22enne del Mali che in aprile aggredì due agenti di polizia in stazione picchiandone con calci e pugni uno anche quando era a terra. L’immigrato - in Italia con un permesso di soggiorno per motivi umanitari e senza fissa dimora - era accusato lesioni gravi. Il 13 dicembre, davanti al giudice Sonia Caravelli, si è concluso il processo. nei confronti dell’uomo che era rimasto in carcere finora. L’avvocato difensore Corrado Prandi ha raggiunto l’accordo sulla pena con il pm Antonio Rubino e il giudice ha emesso la sentenza. Durante il processo è stata esposta anche la perizia psichiatrica, redatta dal medico Filippo Lombardi. Secondo lo psichiatra, il maliano ha qualche disturbo della personalità, ma è in grado di intendere e di volere. La violenza era esplosa nella serata del 24 aprile, quando una pattuglia della Volante aveva chiesto i documenti all’immigrato, vicino alla stazione ferroviaria. Il giovane aveva sferrato un pugno al volto all’improvviso a un agente, rompendogli il setto nasale, e poi lo aveva preso a calci quando era terra. Era intervenuta un’altra Volante e i poliziotti avevano immobilizzato il 22enne, arrestandolo.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spaccò il naso a un poliziotto, patteggia e torna libero

IlPiacenza è in caricamento